scarica l'app
MENU
Chiudi
23/05/2020

Piunti e Fioravanti: «Privati di 4 milioni»

Corriere Adriatico

IL BILANCIO
ASCOLI I Comuni dovranno affrontare un periodo di notevoli problemi dovuti alle minori entrate a causa della pandemica ancora in atto. Con le mancate entrate che arriveranno da tasse di occupazione del suolo, Imu e Tari, le casse dei Comuni saranno sottoposte ad uno stress non indifferente. «Abbiamo scelto la strada dell'alleggerimento delle tasse ai cittadini, ma a causa di questo ci sarà un aggravio di bilancio non indifferente» spiega il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti. In media verranno a mancare circa 4 milioni di euro.
Le promesse
«È evidente che se lo Stato non aiuta i Comuni, l'Italia crolla; oltre agli annunci, devono esserci risorse importanti insieme ad una sburocratizzazione delle gare: abbiamo tanti progetti da fare, ma sono vincolati da troppi lacci. Secondo noi i tre miliardi promessi dal go verno sono molto pochi: ne servirebbero almeno 10 per la ripartenza. Bisogna anche mettere mano al codice degli appalti e alla semplificazione» spiega Fioravanti». «Anche riuscendo a sanare le casse dei Comuni - prosegue Fioravanti - abbiamo bisogno di dare slancio all'economia. Il Governo ha un'opportunità storica: cambiare l'Italia con la semplificazione e il ristoro delle risorse a favore di asili, musei e teatri» aggiunge « Sicuramente non taglieremo sui servizi sociali: siamo sempre rimasti accanto ai disabili, ai bambini e agli anziani e lo faremo anche nel futuro ma da qualche parte dovrò tagliare». Piano opere pubbliche? Anche il sindaco di San Benedetto Piunti chiede maggiori risorse per affrontare la situazione.
I parcheggi
«Ci sarà una riduzione degli incassi dai parcheggi, dalla Tosap e in più abbiamo chiesto la rinegoziazione dei mutui già contratti - spiega il sindaco Pasqualino Piunti - itre miliardi del Governo sono davvero il minimo sindacale, visto che ne servirebbero almeno 8. Anche come Anci abbiamo chiesto di velocizzare la destinazione delle risorse, perché i bilanci che già soffrono, diventeranno ingestibili» aggiunge il primo cittadino sambenedettese. «Sicuramente non taglieremo nulla sul sociale: abbiamo un ottimo rapporto con le associazioni del Terzo Settore e, insieme a loro sarà fondamentale intercettare le nuove povertà. Non abbiamo comunque diminuito i nostri impegni visto che abbiamo confermato il piano delle opere pubbliche, quello degli asfalti e approveremo il bilancio - prosegue Piunti - ma continueremo a battere i pugni per ottenere i finanziamenti che ci spettano». All'appello per ora mancano quasi 4 milioni di euro. «Per definire bene la situazione servono alcuni dati che dobbiamo ancora ricevere, come l'importo della rinegoziazione straordinaria dei mutui - spiega il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini - c'è anche la questione legata all'Imu e al ristoro della Tosap: da questi aspetti potremo vedere come gestire il bilancio che è stato approvato, ma che sicuramente sarà sottoposto a variazioni in base alle normative. Cercheremo di compensare con fondi previsti per la stagione estiva». Cercansi due milioni di euro.
Cristiano Pietropaolo
© RIPRODUZIONE RISERVATA