MENU
Chiudi
06/12/2018

Più tasse sulle auto meno ecologiche

Corriere della Sera - Mario Sensini

ROMA La legge di Bilancio, ancora senza le modifiche per renderla «compatibile» con la Ue, arriva nell'Aula della Camera, dove oggi il governo porrà quasi sicuramente la questione di fiducia. A Palazzo Chigi, intanto, è in programma un vertice forse decisivo per la messa a punto degli aggiustamenti alla manovra. Sul tavolo ci saranno le ultime simulazioni sul costo del Reddito di cittadinanza e di Quota 100 per le pensioni, che potrebbe essere ridotto di 2-3 miliardi rispetto agli stanziamenti attuali. Alcuni investimenti del 2019 dovrebbero essere dirottati sull'emergenza (maltempo e dissesti) e considerati come spesa eccezionale, fuori deficit. In arrivo anche il piano per le dismissioni immobiliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblica amministrazione

Statali, un assunto per ogni uscita

N on ci sono solo i 4 mila nuovi dipendenti delle Regioni per i Centri per l'Impiego. La manovra porta una marea di nuove assunzioni nella Pubblica amministrazione. Intanto, col decreto semplificazione che oggi sarà in Consiglio dei ministri salta il vincolo sul turnover: dal 2019 la Pa potrà assumere a tempo indeterminato tanti dipendenti quanti ne escono.

Nella scuola materna sono poi previste 2 mila assunzioni aggiuntive per il tempo pieno, altre 930 negli Ispettorati del ministero del Lavoro. Arriva nuovo personale anche nell'Avvocatura, alla Corte dei Conti, al ministero dell'Economia, all'Istituto per le frodi alimentari, mentre scatta la stabilizzazione dei precari dell'Authority per l'energia e le reti. Salta nella Pa anche il vincolo degli acquisti centralizzati. Si ricorrerà a Consip solo per quelli oltre i 5 mila euro, non più i mille attuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1

Famiglia

Carta acquisti
prorogata ai 18enni

L'aumento a 1.500 euro l'anno, per il prossimo triennio, del bonus per l'iscrizione dei bambini agli asili nido pubblici è solo l'ultima delle nuove misure a favore della famiglia stabilite dalla manovra. Tra le novità di ieri la proroga della carta acquisti per i diciottenni, che però sarà concessa a chi ha un indice Isee relativamente basso, e la possibilità di utilizzare la carta famiglia fino al 26° anno dei figli (oggi sono 18).


Ci sono state però aspre polemiche per un emendamento della Lega che esclude gli extracomunitari, anche se regolari, dai beneficiari della carta. Lo stesso per la mancata approvazione di un emendamento che stanziava dei fondi a favore degli orfani delle vittime di femminicidio. Molte altre misure riguardano l'accesso ai servizi sanitari, con la riduzione delle liste d'attesa, e i disabili, anche con l'aumento di 100 milioni dei fondi per i non autosufficienti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Bonus/Malus CO2

Piccole cilindrate,
rincari di mille euro

Scattano incentivi e penalizzazioni sui prezzi, basati sulla capacità di inquinamento, per l'acquisto delle automobili nuove. Una misura voluta dal M5S che preoccupa produttori, lavoratori del settore e consumatori, perché rischia di tramutarsi in una batosta per tutti.


Il sistema «bonus/malus» prevede un'imposta sull'acquisto delle vetture che producono più di 110 grammi di CO2 per chilometro, progressiva e compresa tra 150 e 3 mila euro. Al contrario, sono previsti dei bonus per chi acquista auto che emettono da zero a 90 g/km, anche questi variabili, tra 1.500 e 6 mila euro.


Il problema è che molte auto di piccola cilindrata, comprese le più vendute, sono oltre la soglia. La Panda 1.2, ad esempio potrebbe pagare un'imposta compresa tra 400 e mille euro. Gli incentivi più consistenti sono per le auto completamente elettriche, molto costose e ancora poco diffuse.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

3

Semplificazione

Via il Sistri, rivisto il codice appalti

Revisione del codice appalti, con l'innalzamento a 2,5 milioni del limite per fare le gare sotto soglia europea, abolizione del Sistri, il sistema di tracciamento dei rifiuti mai entrato in vigore, tempi più brevi per le iscrizioni delle nuove imprese al Registro. Sono alcune delle novità del decreto sulla semplificazione, oggi all'esame del governo. Prevede anche le misure per favorire i sistemi «blockchain», la Tasi ridotta per gli agriturismi, l'introduzione di un certificato di successione unico per le eredità, ma anche la rimozione dei vertici di Anpal, l'agenzia che gestisce i Centri per l'impiego. Invitalia cederà a Cdp alcuni fondi, con il ricavato che andrà a riduzione del debito pubblico.


Con la Legge di Bilancio, intanto, arriva la proroga degli incentivi per la formazione di Industria 4.0, e un'accisa ridotta per i birrifici artigianali. Confermato il raddoppio della deduzione Imu sui capannoni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

4

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore