scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/09/2021

Più innovazione nelle aziende Dal Comune 200mila euro

Il Tirreno - Simone Fulciniti

Simoncini: al via la selezione per la concessione di contributi che aiutino lo sviluppo tecno-digitale delle piccole imprese. Domande entro il 9 dicembre il bando
Simone Fulciniti livorno. Al via un bando pubblico per la concessione di contributi a sostegno dell'innovazione e dello sviluppo tecnologico e digitale delle piccole e medie imprese, dello start up giovanile nel comune di Livorno. I settori di attività ammessi sono il manifatturiero (industria, artigianato, cooperazione, ma non solo), turismo, commercio e attività teriziarie.La dotazione finanziaria è di 200mila euro: le imprese ed i professionisti devono essere già costituiti e attivi , e gli interventi già realizzati al momento di presentazione della domanda.«Questi soldi saranno indirizzati nei confronti della piccola e media impresa e dei professionisti che investiranno per rinnovare tecnologicamente, in maniera digitale le proprie imprese», dice l'assessore Gianfranco Simoncini segnalando che è «la riproposizione di un predente intervento svolto lo scorso anno che ha riscosso un grande successo e ci permise di finanziare ben 43 imprese e dovemmo trovare risorse aggiuntive per completare, arrivando ai 223mila euro richiesti».Un bando semplice, a sportello, che rimborsa - è stato sottolineato - fino all'80 % degli interventi fatti sulla base della fattura e del rendiconto di spesa. «Rientra nell'attività che come amministrazione stiamo portando avanti per affrontare un momento di crisi, e per l'esigenza di innovare le imprese. Oltre ai 400mila euro messi a disposizione siamo riusciti a convogliare dal 2019 sul territorio livornese un milione di euro, 600 mila derivanti dagli accordi di programma e dalla Regione Toscana che hanno permesso una bella iniezione di sostegno nei confronti della piccola impresa della nostra città: elemento fondamentale per la tenuta economica, lo sviluppo e l'occupazione livornese». I contributi sono a fondo perduto: 3mila euro minimo per le piccole imprese, 5mila per le medie. Con un contributo massimo erogabile di 10mila euro. Per un'intensità di aiuto del 60% delle spese ammissibili (70% in caso di impresa giovanile), spese effettuate (fatturate, pagate e contabilizzate) fino alla data di presentazione del bando. Le domande vanno presentate dal 23 settembre fino ad esaurimento risorse e comunque non oltre il 9 dicembre. Poi verranno inserite in una lista d'attesa. «Noi interveniamo sulle piccole imprese, - conclude Simoncini - non abbiamo le risorse per le grandi, ma, in questo senso, ci stiamo attrezzando per cogliere la sfida dei nuovi finanziamenti comunitari».La procedura a sportello, seguirà l'ordine cronologico delle richieste. Il pagamento avverrà in corso d'opera entro 45 giorni dalla presentazione della domanda. Per le informazioni sul bando c'è un indirizzo email contributoimprese@comune.livorno.it. I bandi si possono scaricare a www.comune.livorno.it/lavoro- sviluppo-economico/ bandi. © RIPRODUZIONE RISERVATA