MENU
Chiudi
26/07/2018

Piscina, il bando c’è ma può attendere

QN - Il Resto del Carlino

IL PRIMO ROUND giudiziario sul project financing della piscina comunale finisce con un vantaggio tecnico dell'amministrazione Piunti sul comitato Stop Project sulle società sportive (Cogese e Pool Nuoto), ma l'incontro è ancora lontano da potersi dire concluso: entro 40 giorni viale De Gasperi dovrà presentare al Tar di Ancona dei documenti istruttori sulla parte urbanistica del progetto - soprattutto sulle nuove costruzioni previste - e la prossima udienza è fissata per febbraio del 2019. Intanto, dal Comune fanno sapere che la bozza del bando per far partire i lavori è pronta, ma con ogni probabilità non uscirà prima della fine del procedimento in corso davanti al tribunale amministrativo, così come convenuto dalla parti anche durante un'udienza. La sentenza «non definitiva» lascia in sotanza la questione dove l'aveva trovata: c'è da aspettare prima di prendere qualsiasi decisione, sia in un senso sia in un altro. Intanto, gli Stop Project, la Pool Nuoto e la Cogese fanno sapere che per loro la battaglia è ancora in corso e che le argomentazioni date dal Tar delle Marche «non appaiono convincenti», tanto che viene dato per scontato un futuro ricorso al Consiglio di Stato. «Per la parte da decidere sull'Urbanistica verificheremo all'esito se sussistono o meno le condizioni di legittimità per l'emanazione del project - dichiarano i ricorrenti -. Resta il fatto che tutte le innumerevoli questioni sollevate devono ancora essere decise pienamente dal Tar e quindi non c'è ancora un pronunciamento sulla legittima emanazione del bando per l'approvazione del Project». UNA POSIZIONE diametralmente opposta rispetto a quella portata avanti dal sindaco Pasqualino Piunti, che dopo la diffusione della sentenza, nella serata di martedì, ha parlato di successo pieno per la sua amministrazione. «Ci tengo a ringraziare gli uffici comunali per il lavoro svolto e naturalmente anche quello legale» ha ribadito ieri. In verità il percorso che porterà alla riqualificazione della piscina comunale è ancora ricco di ostacoli: la parte urbanistica del progetto non è affatto secondaria (anzi) e i giudici hanno mostrato più di qualche perplessità. Da qui a settembre andrà in scena una nuova riunione della commissione Urbanistica. m. d. v.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore