scarica l'app
MENU
Chiudi
28/04/2020

Piscina di Nervi, Tursi accelera Gara per cercare il partner privato l’alternativa all’impianto del porticciolo che sta per essere demolito

Il Secolo XIX - A. COL.

Accelerazione a Tursi per la costruzione di una nuova piscina a Nervi, alternativa a quella del porticciolo, che sta per essere demolita fra mille polemiche. La giunta Bucci ha approvato le linee guida della gara da bandire a breve per realizzare l'impianto con un partenariato pubblico-privato, attraverso la formula del contratto di disponibilità, previsto dal Codice degli appalti. È noto l'interesse manifestato già da tempo al Comune dal gruppo della grande distribuzione Sogegross, proprietario dell'area Campostano a Nervi, dove il gruppo vorrebbe realizzare un supermercato, sul quale costruirebbe la nuova piscina. Ma, siccome il Comune contribuirà con una somma non irrilevante alla costruzione dell'impianto sportivo - 3 milioni di euro la cifra che sarà indicata come base di gara -, deve avviare una procedura pubblica per scegliere il privato che sia partner per realizzare l'operazione. E la strada che la giunta Bucci ha deciso di seguire è, per la prima volta, quella appunto del contratto di disponibilità. Con questo contratto l'amministrazione pubblica affida a un privato la realizzazione e la gestione di un'opera da mettere a disposizione per un servizio pubblico, a fronte di un corrispettivo pagato dall'amministrazione stessa. In questo caso si tratterà dell'area dove costruire e gestire una piscina pubblica, ma dove si potranno realizzare anche opere private. Quindi, in base alla norma, l' eventuale convivenza di un supermercato e della piscina sarebbe possibile. Dal Comune 3 milioni di euro«Il contributo del Comune per la realizzazione della piscina non potrà superare i 3 milioni, ma - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi - in sede di gara potrebbe esserci un' offerta che chiede un contributo anche inferiore. Nel contratto, però, prevederemo che la piscina sia riscattata e diventi quindi proprietà del Comune, al termine del periodo di concessione necessario al privato per ammortizzare l'investimento». Nella delibera approvata dalla giunta, si spiega che l'impianto sportivo dovrà essere idoneo ad ospitare partite di pallanuoto di serie A con una piscina di 35 x 21 metri, dotata anche di un ponte mobile per poterne ridurre le dimensioni, e di una tribuna per gli spettatori di circa 300 posti a sedere. A dicembre, nel corso di un'assemblea pubblica a Nervi con il sindaco Marco Bucci, era stata presentata un'ipotesi progettuale per realizzare nell'area Campostano un supermercato di circa 900 metri quadrati con due piscine sul tetto: una di 33 metri con una tribuna di circa 200 posti, e una vasca più piccola per attività didattiche, fisioterapiche e riabilitative. Adesso si vedrà se Sogegross parteciperà alla gara con una proposta formale e se ci saranno altri concorrenti. --A. COL.© RIPRODUZIONE RISERVATA