scarica l'app
MENU
Chiudi
11/07/2019

Piscina comunale Bando per un anno di concessione

Corriere di Romagna

to alla città questo spazio ad uso pubblico. Orti, giardini, abitazioni hanno sempre chiuso il fronte di via Guaccimanni. Poi piani regolatori, progetti e un
Il valore è di 2.006.629,98 euro, previsto contributo da 444.800 euro Le tappe La concessione dei servizi di gestione permetterà l' apertura del-
RAVEN NA Arriva una determina dirigenziale per la piscina comunalee in particolar modo per la gestione dell' impianto di via Falconieri, con una concessione di un anno. In un clima di accese polemiche che dura da mesi, il Comune ha scelto l'affidamento della concessione con una procedura negoziata, preceduta da un'indagine di mercato al fine di reperire manifestazioni di interesse con avviso pubblicato all'albo pretorio e sul sito internet del Comune di Ravenna dal 16 maggio 2019 al 31 maggio 2019, mentre l' attuale gestione giungerà al termine il 31 agosto. Il valore della concessione dell'impianto da settembre 2019 ad agosto 2020 è di 2.006.629,98 euro, calcolato sulla base del fatturato medio realizzato negli ultimi anni dal precedente concessionario per la gestione complessiva, a cui è stato aggiunto l'importo relativo ad un eventuale rinnovo di ulteriori 12 mesi alla scadenza. Il criterio di selezione è quello dell' offerta economicamente più vantaggiosa. Inoltre viene previsto un contributo per la gestione annuale da parte del Comune, fissato in relazione all'offerta economica dei concorrenti a partire da una base di gara di 444 mila 800 euro. Al contributo si sommeranno le tariffe corrisposte dagli utenti dell'impianto, definite dall'amministrazione comunale. Gli inviti a presentare l' offerta saranno trasmessi dal Comune agli operatori economici invitati. l' impianto in continuità. Nei mesi scorsi diversi cambi di scenario avevano messo in apprensione cittadinie società sportive, mentre le forze di opposizione avanzavano in ordine sparso svariate soluzioni e critiche.A settembre 2018, risale l' approvazione del progetto della società Ar.Co Lavori per la realizzazione di una nuova piscina comunale con la formula del project financing. Il programma prevedeva la demolizione e ricostruzione dell' attuale edificio conl' aggiunta di un centro fitness e altri servizi e la necessaria chiusura per almeno sei mesi della piscina, con disagi a cascata per tuttii frequentatori. Una prospettiva che ha allarmato le società sportive e creato le condizioni per un cambio di fronte, con il sindaco de Pascale che in febbraio annunciava in consiglio comunale la costruzione di una nuova piscina in adiacenza all' attuale, senza quindi interruzione delle attività natatorie. Una nuova vasca olimpionica da 50 metri a 10 corsie andrà ad aggiungersi alle due vasche da 25 e 50 metri esistenti. Un programma che obbliga ad assegnare la gestione dei servizi della piscina comunali in scadenza. Dall' opposizione Alvaro Ancisi di LpRa ha subito chiesto che al termine di questo appalto, la piscina venga riconsegnata nelle migliori condizioni, «affinchél' appalto definitivo costi il giusto alle casse del Comune».

Foto: L ' impianto di via Falconieri