scarica l'app
MENU
Chiudi
24/10/2018

Pietre instabili a poco tempo dai lavori. FdI chiede chiarimenti

QN - La Nazione

CENTRO STORICO RIGUARDANO UN TRATTO DI PIAZZA NAPOLEONE: «NON E' CONCEPIBILE SI PRESENTINO ANOMALIE»
PIETRE smosse e già instabili a distanza di poco tempo dalla conclusione dei lavori: sull'appalto per il rifacimento di un piccolo tratto della pavimentazione di piazza Napoleone, Fratelli d'Italia vuole vederci chiaro e chiede di accedere agli atti. Attraverso il proprio consigliere comunale, Nicola Buchignani, sono stati richieste a Palazzo Orsetti copie del certificato di emissione dei pagamenti effettuati all'ATI vincitrice dell'appalto, dei certificati di collaudo e certificazione delle opere eseguite nel rispetto dei termini dell'appalto e della certificazione dei materiali usati. L'ESPONENTE di Fdi ha chiesto inoltre di sapere se si sono verificati maggiori costi, i loro importi e le causali che ne hanno determinato i lavori aggiuntivi, se sono stati esperiti controlli sulle opere subappaltate e nel caso se sono stati rispettati i parametri di legge e chi è stato incaricato, da parte dell'amministrazione, del controllo e dell'esatta esecuzione dei lavori eseguiti. LA GARA d'appalto ha riguardato le piazze mercatali di piazza Napoleone, piazza Bernardini e piazza del Collegio. Pochi giorni fa alcune delle pietre sono tornate a essere sconnesse e i commenti che le uniscono si sono già sbriciolati, al punto che le stesse aziende che hanno curato i lavori sono state invitate in Comune per fornire spiegazioni. «La gara - si legge in una nota di Fratelli d'Italia - è stata vinta solo ed esclusivamente in virtù delle migliorie presentate e non è assolutamente concepibile che ad appena pochi mesi dalla loro esecuzione si presentino anomalie». SCHEDA

Chi è

Il nuovo presidente è Matteo Pomini, titolare del negozio di abbigliamento 'Tally Wejil' di piazza San Michele 28 Il Centro commerciale città di Lucca è l'organismo di Confcommercio incaricato di sviluppare le attività di promozione della città


Le tappe

Pomini, che succede a Simona Barsotti (sotto in foto Alcide), era stato nominato all'interno del nuovo direttivo, insieme a altri 12 colleghi, la scorsa settimana e ieri il consiglio stesso ha provveduto a nominarlo presidente