scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/09/2020

Piazzone da riqualificare: un mese per farsi avanti

Il Tirreno - Donatella Francesconi

Da ieri è pubblicato il bando cui partecipare per battere il progetto presentato dalla società "Genimm Srl" che fa parte del gruppo Ipersoap la cittÀ che cambia
Donatella Francesconi/ viareggioC'è tempo un mese per presentare una proposta tecnico-economica che "batta" quella presentata dalla società "Genimm Srl", società che fa parte del gruppo Ipersoap di Francesco Tognetti, il quale si è affidato all'ingegnere Alberto Landucci, per il progetto di partenariato pubblico privato per la riqualificazione generale del mercato di piazza Cavour e dell'area a parcheggio denominata ex Gasometro. Un'operazione che ha un valore stimato del contratto in 48.497.888 euro. Come da bando pubblicato ieri dalla stazione appaltante, ovvero la Provincia di Lucca, cui si è rivolto il Comune di Viareggio. Nel quale si legge che «la proposta di partenariato è stata presentata da promotore privato, pertanto allo stesso è attribuito il diritto di prelazione ai sensi dell'articolo 183 comma 15 del Decreto legislativo 50/2016». Il bando specifica che «qualora il promotore non dovesse risultare aggiudicatario e non esercitasse la prelazione, avrà diritto al pagamento da parte dell'aggiudicatario dell'importo delle spese per la predisposizione della proposta, quantificate nell'importo di 187.000 euro, oltre Iva».Il contratto - che avrà una durata di 40 anni - «è finanziato mediante i ricavi derivanti dalla gestione operativa dei beni riqualificati ed in parte mediante contributo pubblico di 795.000 euro all'investimento». L'importo stimato dei lavori ammonta a 6.489.00 euro. La procedura di aggiudicazione è del tipo aperta, «svolta con modalità telematica», che consente di accorciare i tempi di gara, «in esecuzione della determinazione a contrattare del Comune di Viareggio numero 1227 del 17 agosto 2020 ». Quando mancava un mese esatto al voto per il rinnovo del consiglio comunale e la scelta del sindaco, il riconfermato Giorgio Del Ghingaro che sul progetto per il recupero del Piazzone ha "giocato" quasi tutti i dadi del secondo mandato. «La procedura di gara», si legge nel bando, «si svolge interamente in modalità telematica: le offerte dovranno essere formulate dagli operatori economici e ricevute dall'amministrazione aggiudicatrice esclusivamente per mezzo del Sistema telematico acquisti regionale della Toscana-Altri enti pubblici Rtrt accessibile all'indirizzo https://start.toscana.it/».Per quanto riguarda le modalità di aggiudicazione, viene precisato che «il contratto sarà aggiudicato applicando il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, secondo i criteri, punteggi, sub-punteggi, coefficientidi valutazione e relative note esplicative, indicati nelle tabelle 1, 2 e 3. L'offerta tecnica verrà valutata attribuendo, al massimo, il punteggio di 70 punti; mentre l'offerta economica verrà valutata attribuendo, al massimo, 30 punti».Data la complessità della procedura e la necessità di predisporre, in caso di aggiudicazione, la progettazione, si stabilisce che «gli operatori economici partecipanti dovranno effettuare, a pena di esclusione dalla presentazione dell'offerta, un sopralluogo nel luogo in cui si svolgeranno i lavori per verificarne lo stato. Il sopralluogo potrà essere effettuato solo previa prenotazione scritta (non si accettano prenotazioni telefoniche) da inoltrarsi all'indirizzo e-mail m.gianni@comune.viareggio.lu.it». --© RIPRODUZIONE RISERVATA