MENU
Chiudi
20/10/2018

PIAZZA GRANDE

Il Fatto Quotidiano

Da Cividale del Friuli un esempio di civiltà Non si tratta di una questione di lana caprina, ma di un ' iniziativa civica ed ecologica. La notizia è di qualche giorno fa: per le vie di Cividale del Friuli (Udine) un anziano ultrasettantenne raccoglie con l ' apposita pinza i mozziconi abbandonati per le vie del centro storico, malgrado le strade siano munite di appositi contenitori. Un esempio che dovrebbe essere di sprone anche per altri raccoglitori. Il mio pensiero non può non andare al degrado di spiagge, mari e monti per la malacreanza dei fumatori che non si rendono conto del danno che arrecano gettando le cicche dappertutto. E ' n e c es s a ri o applicare multe salate per chi non osserva certe norme. Ricordiamoci che tenere puliti i luoghi pubblici è un obbligo morale di tutti! FRANCO PETRAGLIA DIRITTO DI REPLICA Interveniamo a proposito dell ' articolo " Non lasciamo l ' educazione finanziaria ai soliti banchieri " pubblicato il 17 ottobre. Il mese dell ' educazione finanziaria nasce su impulso del Comitato istituito dal Mef, che si è posto come obiettivo quello di impostare e condividere una strategia volta a innalzare la cultura finanziaria degli italiani. Un ' iniziativa deprecabile? Non secondo noi. Numerose ricerche evidenziano uno scarso, e quindi allarmante, livello di cultura finanziaria tra i risparmiatori del nostro Paese. Promuovere l ' e d u c a zi o n e finanziaria dei cittadini significa contrastare questo radicato atteggiamento attribuendo a ogni singolo cittadino non responsabilità, quanto piuttosto consapevolezza delle proprie scelte. Anasf si impegna dal 2009 in questo senso, con economic@mente - metti in conto il tuo futuro, progetto rivolto agli studenti delle scuole medie superiori di secondo grado. L ' iniziativa, completamente gratuita per tutte le scuole che vi aderiscono, ha come scopo quello di fornire ai giovani gli strumenti di conoscenza del mondo del risparmio, partendo dalle loro esigenze. Chi sono i formatori? Sono nostri associati che hanno seguito a loro volta con P r ogetica un percorso di abilitazione a entrare in aula. Nessun riferimento alle società di appartenenza, nessun cappello e nessun brand, se non quello della nostra Associazione, a garanzia dell ' abilitazione a incontrare i ragazzi e a erogare i moduli formativi. Nessun compenso, infine. A ulteriore testimonianza della bontà del nostro progetto ci sono i numeri: 891 corsi avviati in 84 provincie italiane, per un totale a oggi di 340 scuole, molte della quali (131) hanno tenuto il nostro progetto in più classi, svolgendolo in almeno due anni scolastici diversi. GERMANA MARTANO DIRETTORE GENERALE ANASF Non stupisce che i promotori (ovvero venditori) finanziari s ' industrino per tirare l ' acqua al proprio mulino. La cosa indecente è che il Comitato Edufin e a monte il mistero dell ' Economia e della Finanza (MEF) appoggino iniziative inficiate da così gravi conflitti d ' i n te re ss i . Comunque il numero degli interventi dell ' Anasf nelle scuole non dice nulla della loro qualità. Si spiega piuttosto con la sciagurata alternanza scuola-lavoro. Per coprire il monte-ore imposto dalla c.d. Buona Scuola, gli studenti sono stati dirottati dappertutto: in agenzie assicurative a fare gli stagisti, a feste di partito a fare i camerieri, in conferenze e corsi di ogni genere ecc. B. S . In merito all ' articolo del 16 ottobre sul Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (Cira), la relazione della Corte dei Conti, oggetto dell ' a r t icolo, riguarda prevalentemente la gestione finanziaria del Cira del 2016 e riflette i noti problemi emersi al termine delle precedenti gestioni. Tuttavia con il nuovo management il quadro è mutato. I grandi impianti di prova sono oggi pienamente funzionanti al punto che, nel 2018, sono stati in continuo utilizzo e le prenotazioni arrivano sino al 2020. Tra gli utenti, la Nasa, l ' Agenzia Spaziale Europea, Leonardo, Aviation Industry Corporation of China, Sierra Nevada Corporation. La manutenzione di questi impianti è affidata attraverso lo scrupoloso rispetto della normativa sugli appalti. Per il 2018, i ricavi derivanti da contratti già acquisiti risultano superiori del 20% rispetto al 2017. Va evidenziato, inoltre, che l ' Agenzia Spaziale Italiana ha previsto nel suo ultimo Piano Triennale un finanziamento dei progetti di ricerca del Nuovo Prora per circa 7 milioni/anno. Quindi, per finanziare le attività del Nuovo Prora, che ha già superato il vaglio tecnico scientifico del Miur ed è in attesa del decreto di approvazione, saranno utilizzate soprattutto risorse già disponibili, senza ulteriori finanziamenti da parte dello Stato. Infine i costi medi del personale (incluso il Direttore Generale) risultano oggi inferiori alle retribuzioni medie complessive degli enti di ricerca pubblici nazionali. PAOLO ANNUNZIATO PRESIDENTE DEL CIRA L ' articolo riportava fedelmente quanto segnalato dalla Corte dei Conti (con riferimenti anche alla gestione finanziaria del 2017) che sottolineava anche ulteriori e molteplici punti critici - rischi di conflitto d ' interessi, ex direttore pagato come fosse in carica in virtù di un accordo precedente, necessità di ulteriori valutazioni di sostenibilità finanziaria - che, a questo punto, non possiamo fare a meno di sperare siano anch ' essi in fase di risoluzione. V DS

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore