scarica l'app
MENU
Chiudi
09/07/2020

Piazza della Vittoria in ritardo il cantiere per i lavori di restyling

La Stampa - M. CA.

cairo: interventi per 1,4 milioni
Rifacimento di piazza della Vittoria: il cantiere deve ancora partire e ha già un mese di ritardo rispetto alla tabella di marcia. La Stazione unica appaltante della Provincia ha pubblicato il bando per l'aggiudicazione dei lavori, per un importo a base d'asta di 1,4 milioni. Le offerte dovranno pervenire entro le ore 18 di lunedì 20 luglio; il giorno dopo prevista l'apertura delle buste. Date che non coincidono certo con la tabella di marcia ipotizzata anche al momento della presentazione del progetto esecutivo redatto dall'Atp guidata dagli ingegneri Daniele Voarino e Anna Cairo, che prevedeva la gara d'appalto pubblicata entro il 15 giugno e il via al cantiere intorno al 15 luglio. L'inizio del cantiere, contando gli stessi tempi tecnici, slitterà, infatti, alla fine di agosto. Spiega, l'assessore ai Lavori Pubblici, Fabrizio Ghione: «La situazione covid con tutte le problematiche connesse; nonché la scelta di basarci su una gara con l'offerta economica più vantaggiosa che non si limiterà alla valutazione del ribasso d'asta, ma terrà conto anche della qualità e delle eventuali migliorie che, attraverso i materiali, si potranno apportare al progetto, hanno fatto slittare un po' tutte le previsioni. Il fatto positivo è che il cantiere potrà aprire subito dopo l'aggiudicazione visto che la prima fase dei lavori riguarderà la parte meno appariscente, ma più onerosa, ovvero la rimozione dell'attuale porfido sopra i parcheggi sotterranei. Poi si passerà al rifacimento della copertura di quella zona per risolvere il problema delle infiltrazioni con guaine speciali, idonei raccordi e giunti di dilatazione». L'elemento più caratteristico rimangono le 8 fontane verticali, a delimitare l'asse via Roma-corso di Vittorio: «Saranno del tipo rasopavimento, a cannone, con getti sino a 2 metri controllati da un anemometro per ridurne la potenza a seconda dell'intensità del vento; elemento di arredo e magari di gioco estivo per i bambini». Per la pavimentazione saranno usati appunto il porfido recuperato, un pavimento costituito da «ghiaia lavata», ed elementi in travertino. Si aumenteranno le zone verdi, inserite in appositi vasconi, e le zone d'ombra e di arredo. L'intervento non si limiterà a piazza della Vittoria, ma si allargherà a piazza Abba, con nuova pavimentazione e diversa distribuzione dei parcheggi, e all'area intorno al Palazzo di Città. -