MENU
Chiudi
19/07/2018

Piazza Borea, ci sono i soldi Appalto dei lavori in autunno

La Stampa

Non parla Massimo Picena, l'armese di 48 anni arrestato lunedì pomeriggio ad Arma di Taggia dalla Squadra mobile perché trasportava 4 chili di cocaina con lo scooter. Altri 25 grammi, invece, li aveva negli slip, in una bustina infilata in un calzino: li ha consegnati spontaneamente agli agenti, dopo che erano stati già trovati gli altri 4 chili.

Picena, difeso dall'avvocato Alessandro Mager, è comparso ieri mattina davanti al giudice Paolo Luppi, che ha convalidato l'arresto disponendo la custodia cautelare in carcere.

Picena si è avvalso della facoltà di non rispondere: ha scelto la strada del silenzio, in attesa degli ulteriori sviluppi dell'indagine.

L'obiettivo della Mobile, coordinata dal vice questore Giuseppe Lodeserto, è risalire ai canali di Picena. Capire chi gli ha fornito un simile quantitativo di droga e a chi fosse destinato. Anche se sembrano esserci pochi dubbi che la polvere bianca sarebbe stata venduta in Riviera: prima di essere arrestato, Picena aveva incontrato in strada numerosi pregiudicati, alcuni proprio per reati legati agli stupefacenti.

Poi era entrato in un appartamento e ne era uscito con la cocaina, divisa in quattro panetti da un chilo ciascuno, dentro uno scatolone.

A insospettire i poliziotti era stato il fatto che Picena fosse uscito in scooter nonostante la bufera che si stava abbattendo sul Ponente, e proprio che si fosse fermato a parlare con persone note per avere avuto guai con la giustizia.

Come lo stesso quarantottenne, del resto, che era stato coinvolto in indagini antidroga già alcuni anni fa. Secondo i poliziotti, l'uomo pensava, grazie alla pioggia, di rischiare molto meno di incappare in un controllo delle forze dell'ordine. Non è stato così.

L'udienza di convalida si è tenuta nel carcere di Imperia, dove Massimo Picena si trova da lunedì sera. Improbabile che venga presentato ricorso al Riesame: troppi, quei 4 chili trasportati dal quarantottenne, per sperare negli arresti domiciliari. E la scelta di non parlare non aiuta. P.i.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore