scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/03/2021

«Personale e risorse» L’appello dei sindaci agli onorevoli leghisti

Il Gazzettino

Ieri l'incontro con la senatrice Fregolent e i deputati Bisa e Colmellere. «Non riusciamo ad aiutare chi è in difficoltà»
CASTELFRANCO
I parlamentari trevigiani della Lega raccolgono le istanze dei sindaci della Castellana. «Un incontro molto positivo» il commento a caldo del sindaco Stefano Marcon dopo il confronto di ieri mattina in municipio. C'erano i sindaci di sei Comuni dell'Ipa (Castelfranco, Godego, Loria, Resana, Riese, Vedelago) che hanno discusso le problematiche del territorio insieme alla senatrice Sonia Fregolent e ai deputati Ingrid Bisa e Angela Colmellere. Gestione associata dei servizi, sociale, disabilità, personale amministrativo, edilizia scolastica e la pandemia da Covid 19 i macro temi affrontati.
LA PROVINCIA
«Un incontro al quale ha partecipato il territorio e nel quale dove sono stati discussi i temi con cui i sindaci devono confrontarsi ogni giorno spiega Marcon Abbiamo espresso quali sono le criticità che riscontriamo; io ho colto l'occasione anche per parlare come presidente della Provincia ponendo l'accendo sulla necessità di superare il modello dell'organo monocratico dando la possibilità ai cittadini di scegliere i propri rappresentanti. Perché oggi più che mai, la Provincia è sempre più un organo di collegamento tra Comune e Stato». L'attenzione è stata posta sulla carenza di personale nei municipi che, soprattutto in questo periodo particolare, ha portato ad un accumulo di pratiche e carte la cui gestione sta procedendo a rilento. «Quello della carenza di personale è un problema che c'è nella maggior parte dei nostri Comuni sottolinea Marcon E si fa sentire anche con il bonus 110% che sta caricando le amministrazioni e aumentando il lavoro degli uffici. Se sulla carta c'era la possibilità di assumere personale dedicato, nella pratica è un processo farraginoso e complesso». Diversi Comuni hanno chiesto personale aggiuntivo da poter assumere a tempo determinato ma altrettanti sono quelli che, ad oggi, non hanno ricevuto risposta. «Ci sono diverse questioni che mettono in difficoltà le amministrazioni in particolare il contratto degli appalti che porta ad assumere tramite bando persone e ditte anche molto lontane continua Inoltre c'è la questione delle risorse. Se avessimo autonomia sulle risorse o più trasferimenti di denaro non vincolato, si potrebbero dare maggiori risposte al territorio senza dover sempre rincorrere dei bandi che comunque sono tematici. Se ad esempio, un Comune in quel momento non ha bisogno di investire nelle scuole ma su altri fronti e il bando è per l'edilizia scolastica, non partecipa».
I FONDI
Discorso analogo per i fondi per l'emergenza Covid. «Le risorse sono arrivate ma vincolate afferma Marcon - Se i soldi non fossero stati vincolati avremmo potuto dare risposte più mirate. A Castelfranco abbiamo avuto difficoltà ad aiutare chi chiedeva una mano per pagare le bollette e ai nuovi poveri che ci chiedono aiuto ma non hanno i requisiti per attingere da questi fondi vincolati». Tra i temi discussi anche sociale, disabilità e giovani.
Lucia Russo
© RIPRODUZIONE RISERVATA