scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/08/2021

«Perché a noi ambulanti non danno i 500 euro?»

QN - Il Resto del Carlino

GUASTALLA «Perché non concedono anche agli operatori del commercio ambulante di poter partecipare al bando per l'assegnazione di contributi pubblici comunali?». Il grido di protesta arriva da Rossella Rossi, commerciante ambulante di Guastalla, che lavora in diversi mercati della Bassa, con un banco di prodotti d'abbigliamento, nel settore non alimentare. «Ho presentato domanda al Comune di Guastalla - racconta Rossella - per accedere al bando che prevede l'erogazione di somme, da 500 euro e oltre - per le attività economiche che hanno registrato danni dovuti alla chiusura per l'emergenza sanitaria. Ho poi scoperto che il bando non comprende le attività ambulanti. Perché? Anche noi abbiamo avuto un lungo stop dell'attività e in alcuni casi abbiamo lavorato in spazi temporanei, con un netto calo delle vendite. Non è giusta questa distinzione di categorie». Il bando in questione, in effetti, è riservato alle attività in sede fissa, per far fronte ai costi di affitto (da 500 fino a mille euro) o di gestione generale per i proprietari degli immobili. Riguarda categorie che sono state costrette a chiusure forzate durante il periodo di zona rossa o arancione. Al momento a Guastalla sono arrivate circa novanta domande di accesso al bando e sono in corso le verifiche sulle reali situazioni dei singoli richiedenti il contributo e sulle loro attività. «Ho inviato in municipio una mail, a metà luglio, spiegando il mio punto di vista - aggiunge Rossella Rossi - e chiedendo spiegazioni sulla questione. Nessuno, finora, si è degnato di darmi alcuna risposta». Antonio Lecci Paese in lutto per Andrea Galati: aveva 52 anni
dipendente bertazzoni

GUASTALLA Vasto cordoglio anche a Guastalla per la prematura scomparsa di Andrea Galati (foto), vinto da una malattia a soli 52 anni di età. Abitava nella Bassa Mantovana, ma da tempo lavorava alla Bertazzoni-La Germania di Guastalla. Era benvoluto e stimato da colleghi e amici. Era originario del Piemonte, ma da tempo viveva a Dosolo. Da alcuni mesi combatteva contro la malattia.