scarica l'app
MENU
Chiudi
13/03/2020

«Per la galleria di Lonato è arrivata un’offerta sola»

Brescia Oggi

IL TUNNEL. Dopo due aste, di cui una deserta, si attende l'aggiudicazione
Rimane in bilico l'appalto per il bando da 205 milioni Ancora in corso le verifiche di regolarità e congruità
È il grosso dei lavori del 1° lotto costruttivo della Tav Brescia Verona, ma ad oggi non si sa ancora da chi, quando e nemmeno «se» verrà realizzata: è la galleria tra Lonato e Desenzano, dove i treni ad alta velocità correranno nel sottosuolo per 7.371 metri.IL COSTRUTTORE CepavDue, che coordina la realizzazione dell'opera come «general contractor», ha messo a gara l'appalto per la parte centrale del tunnel, la galleria naturale di oltre 4 chilometri e mezzo da scavare con la cosiddetta «talpa». Un lavoro da 205 milioni di euro a base d'asta. Ma una prima gara d'appalto che scadeva il 19 ottobre è andata deserta, con nessuna offerta, mentre il secondo bando che scadeva il 5 febbraio ha visto l'offerta, questa è la notizia confermata ieri a Bresciaoggi da CepavDue, di una sola impresa interessata. Una sola, dopo non una ma due gare, per un appalto da oltre 200 milioni: non si può dire che ci sia la fila per questi lavori. Ma l'importante per CepavDue, fiducioso di assegnare l'appalto «a breve», era evitare che anche la seconda gara andasse deserta.IL FATTO è che, almeno per ora, non si sa se questa offerta presenti i requisiti di congruità, regolarità e idoneità dell'impresa offerente. Si tratta di verifiche ancora in corso (dal 20 febbraio), come del resto è la prassi per tutti gli appalti pubblici.Che fare in caso di colpo di scena, ovvero se quell'unica offerta non risultasse ricevibile? A quel punto CepavDue potrebbe decidere di svolgere in proprio questa parte dei lavori. Ma si sarebbero comunque persi 5 mesi.