scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/07/2021

Per il Superbonus arriva il modulo unico

Il Giornale - Antonella Aldrighetti

IL DL SEMPLIFICAZIONI DIVENTA LEGGE
Brunetta: «È il rilancio». Protezione Civile contro il Sostegni: «Giù i fondi»
Il Decreto Recovery è legge. Palazzo Madama, così come Montecitorio, ha approvato la fiducia sulla Governance del Pnrr nonché sul decreto Semplificazioni, (il provvedimento è passato con 213 sì e 33 no). La legge costituirà il volano della ripresa. La norma stabilisce infatti le regole d'ingaggio del Pnrr a partire dalla gestione dei fondi da parte della cabina di regia alle norme sugli appalti, con un punto focale sul modello di semplificazione grazie anche al rafforzamento delle strutture competenti. Sarà facilitato anche l'incardinamento delle riforme della giustizia e della pubblica amministrazione. Quanto al controllo e rendicontazione dei vari processi viene incaricata la Ragioneria generale mentre, il compito di realizzare gli interventi è affidato a ministeri, regioni ed enti locali. Il primo passo in questi termini è la facilitazione all'accesso del Superbonus 110% con la presentazione al comune della sola Cila, la comunicazione di inizio lavori asseverata, senza bisogno di ulteriori certificazioni di regolarità. «Domani (oggi ndr ) approderà all'esame della Conferenza unificata il modulo standard per ottenere l'agevolazione», assicura il ministro della Pa Renato Brunetta (in foto) che aggiunge: il provvedimento «accelera le procedure di appalto e impedisce che eventuali ricorsi al Tar blocchino la realizzazione delle opere previste dal Pnrr. È la garanzia che l'Italia procederà in velocità senza pregiudicare le legittime tutele per le imprese». Modifiche in arrivo poi per disciplinare il subappalto ma con scaglioni temporali. Da subito e fino al 31 ottobre, il subappalto non potrà superare la quota del 50% dell'importo totale del contratto e, dall'1 novembre 2021, sarà eliminato il subappalto al 30%. Il regime regolatorio riguarderà pure affidamento alle stazioni appaltanti, prestazioni o lavorazioni oggetto del contratto, responsabilità solidale del contraente principale e del subappaltatore nei confronti della stazione appaltante. Entrano in vigore le semplificazioni per affidamento diretto di appalti pubblici sottosoglia entro i 150mila euro e per le progettazioni affidate a singoli professionisti, entro 139 mila. Soddisfazione per i risultati ottenuti è stata espressa dal ministro per il Sud, Mara Carfagna: «La destinazione del 40% dei fondi del Pnrr al Sud, anche nella parte degli interventi messa a bando, aprirà la porta alla realizzazione di servizi per migliaia di cittadini meridionali che oggi ne sono privi». Il clima ottimista per la riuscita del provvedimento è stato però incrinato da una nota della Protezione civile che ha disapprovato il taglio di 15 milioni alle risorse finalizzate alla previsione e prevenzione dei rischi con la ripercussione sulla collaborazione con l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.