scarica l'app
MENU
Chiudi
06/10/2020

Per il polo scolastico al comparto C6 si dovrà aspettare almeno due anni

Gazzetta della Martesana

Una variante del progetto e l' emergenza sanitaria hanno dilatato i tempi previsti
GORGONZOLA (sll) I ritardi accumulati per la realizzazione del polo scolastico al comparto C6 hanno fatto slittare l' ap ert u r a a l l ' a n n o s c o l a s t i c o 2023-2024. La situazione è stata chiarita nel Consiglio di mercoledì grazie a un' interpellanza presentata da Matteo Pedercini di Uniti per fare che chiedeva lumi sulle tempistiche. L' assessore al Territorio Nad ia Castelli ha spiegato il motivo per cui le cose sono andate per le lunghe. «E' stato avviato l'i ter per la realizzazione del complesso, che però è in variante rispetto a quanto approvato dato che all' inizio si pensava a un nido mentre ora sono previste materna, elementare palestra e mensa oltre ai parcheggi - ha detto - Sono in corso le verifiche da parte degli uffici. L'eme rgenza sanitaria ha rallentato tutto portando a 4-5 mesi di ritardo che contiamo di recuperare grazie a un iter più agile nell' assegnazione delle opere, reso possibile dalle nuove normative sugli appalti». Queste quindi le previsioni: sottoscrizione della convenzione entro febbraio, presentazione del progetto definito a marzo e di quello esecutivo del primo lotto per materna, mensa e posteggi entro maggio. Si andrà in gara ad agosto, quindi i lavori inizieranno presumibilmente tra un anno e dureranno quattordici mesi. Nel 2023 ci sarà il completamento con la fornitura degli arredi. Per Pedercini, però, Covid a parte qualcosa non ha funzionato a dovere. «Il sindaco A ngelo Stucchi nel dicembre 2017 aveva scritto sui social che, nel Piano integrato dell' offerta formativa, erano già stati programmati investimenti per permettere di avere a giugno 2021 il nuovo polo nell' area di Cascina Antonietta - ha commentato Probabilmente avete cambiato idea lungo il percorso dato che all' inizio era previsto il nido, però avere questa struttura rappresenta un passo importante dato che il comparto ormai è abitato e vissuto in modo intenso. Speriamo davvero che sia operativa per l' anno scolastico 2023-2024 perché è assolutamente necessaria». Laura Spinelli

Foto: La slide che mostra il futuro polo scolastico proiettata durante un incontro dell' Amministrazione coi residenti nell' aprile dello scorso anno