scarica l'app
MENU
Chiudi
28/04/2020

Per i servizi educativi l’appalto sarà triennale Astenuta la minoranza

La Nuova Ferrara - ALESSANDRO BASSI

COPPARO - CONSIGLIO COMUNALE
COPPAROL'altro giorno il primo consiglio comunale in videoconferenza della storia del Comune di Copparo. In discussione un ordine del giorno sull'emergenza Covid-19 e le misure urgenti per l'economia del territorio, presentato da Elena Capatti (maggioranza), che impegna alla ricerca delle soluzioni possibili per la ripartenza del territorio dopo l'emergenza. Tra le mozioni, quella presentata dai consiglieri di minoranza del Pd e Farina riguardo l'azzeramento delle rette di nidi e scuole d'infanzia comunali nel periodo di chiusura causato dall'emergenza, che intendeva estendere agli istituti parificati i vantaggi già pensati per le scuole comunali, bocciata però dalla maggioranza. Approvata a maggioranza, dopo una discussione lunga e battagliata, l'approvazione di una spesa di circa 6.000 euro per una ricognizione in caso di uscita dall'Unione: per essere pronti, secondo la maggioranza; per minacciare l'uscita e ottenere concessioni, e comunque in un momento sbagliato, secondo la minoranza.Poi, una serie di ratifiche per approvazioni d'urgenza della giunta. Decisioni riguardanti un contributo statale di 90.000 euro che sarà usato per il cimitero di Ambrogio, interventi di manutenzione stradale e per Villa Mensa. Voto a maggioranza con cinque "no" alla scelta di impiegare circa 30mila euro di risparmi nella comunicazione, in altre situazioni e in figure professionali eventualmente necessarie. Unanimità sulle scelte per aiutare i bisognosi tramite contributo governativo e altri. Prelievo dal fondo di riserva per l'acquisto delle mascherine distribuite alla popolazione. Approvati a maggioranza i capitolati di appalto per i servizi educativi, la refezione e i trasporti per nidi e scuole di infanzia comunali: aumento dei cibi biologici, acqua in caraffa per i bimbi delle materne, un addetto per stabilire in mattina quali e quanti pasti preparare, preparazione adeguata, diete speciali e religiose, educatrici e ausiliarie in tutti i centri e un trasporto valido sia per andare alle scuole che per spostarsi nelle visite guidate. L'appalto è triennale, come chiedeva l'opposizione lo scorso anno, che ha però eccepito - pur considerando valido il percorso e l'offerta -, sull'approvazione del capitolato in consiglio comunale, che non dovrebbe essere il luogo delegato a questa decisione. Quindi il centrosinistra ha espresso voto di astensione, favorevole Caleffi (M5s). --ALESSANDRO BASSI© RIPRODUZIONE RISERVATA