scarica l'app
MENU
Chiudi
13/11/2019

Pedoni protetti…in attesa dei lavori

QN - Il Giorno

MILANO «L'intervento provvisorio per la tutela dei pedoni è stata la prima boccata d'ossigeno. Ora, però, aspettiamo il resto». A cominciare dalle opere per evitare le pozzanghere giganti che ancora si formano sulla strada ogni volta che piove. A parlare è Anna Stella, tra i cittadini del comitato di via Celio che unisce i condomini dei civici 1, 2 e 11. Avevamo raccontato su queste pagine, lo scorso febbraio, della svolta in arrivo per questa strada a senso unico racchiusa tra le vie Novara e Paravia, alla periferia ovest, in attesa da anni di una riqualificazione: i lavori verranno realizzati grazie gli oneri di urbanizzazione, 350mila euro, derivanti dall'intervento di demolizione e ricostruzione del fabbricato dell'ex Istituto San Celso di via Paravia, che diventerà una Residenza sanitaria assistenziale. In via Celio sono previsti il rifacimento della pavimentazione stradale, nuova illuminazione, nuovo impianto per le acque reflue, alberi, due marciapiedi e il riordino dei parcheggi con l'aggiunta di posteggi per disabili. «La soluzione temporanea per mettere in sicurezza il passaggio dei pedoni è un passo avanti», spiega la signora Stella. È stata la prima conquista, sul lato dei numeri pari: mentre prima le auto parcheggiavano in maniera disordinata, adesso c'è un passaggio pedonale disegnato, con accanto parcheggi in linea. Alice Arienta, consigliera comunale Pd, spiega che «questo intervento temporaneo, messo a punto dall'assessorato alla Mobilità e concordato coi cittadini ha portato sicurezza». Il presidente del Municipio 7 Marco Bestetti (Forza Italia) sottolinea che «coi lavori non si perderà neppure un parcheggio». «Il nuovo codice degli appalti - aggiunge l'assessore municipale all'Urbanistica Tiziana Vecchio (Lega) - ha allungato l'iter. L'auspicio è che i lavori partano con l'anno nuovo». Marianna Vazzana Studentessa, 19 anni
GIULIA BONTEMPI

Quando piove si allaga tutto Problema per anziani e per famiglie con i bambini


Psicologa, 56 anni
ANNA STELLA

Il quartiere ha atteso questo intervento per 50 anni Una boccata d'ossigeno


Custode, 59 anni
VALERIO BERRA

Prima c'erano pericoli anche per i ragazzini diretti verso la scuola