scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/05/2021

Pediatria, c’è il progetto esecutivo bando sui lavori sempre più vicino

Corriere del Veneto - G.F.P.

Dal Ben: ultimo passaggio con l'Anac, poi si parte con la gara
«L'altro bando di gara? Sta arrivando, abbiate fede». Il sorriso che si forma sul viso di Giuseppe Dal Ben dopo aver pronunciato tale frase è sinonimo di buona notizia. E la conferma arriva dopo pochi secondi, quando il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera svela l'arcano: «Ci è stato consegnato il progetto esecutivo della nuova Pediatria». Dopo la pubblicazione del bando europeo per l'acquisizione del progetto di fattibilità tecnica ed economica del futuro Polo della Salute di Padova Est, dunque, a giorni dovrebbe toccare a quello che porterà all'aggiudicazione dei lavori di realizzazione (nell'area est dell'ospedale di via Giustiniani, al posto della vecchia Pneumologia) della nuova palazzina di quasi 20 mila metri quadrati di superficie distribuita su otto piani, alta circa 30 metri e lunga 70. Il capitolato di gara, pur rimanendo accorpato in un unico appalto, è stato riorganizzato e suddiviso in due differenti fasi, la prima delle quali riguarda le opere preliminari, ovvero quelle necessarie per la realizzazione degli scavi e per lo spostamento di allacci e reti distributive ed energetiche già esistenti. Si tratta di un passaggio delicato, perché come si legge nella relativa d e l i b e r a p u b b l i ca t a d a l l'Azienda Ospedaliera sono «tutte le opere che a causa di una parziale conoscenza dello stato di fatto, la quale potrà essere completa esclusivamente a scavi avvenuti, potrebbero subire rallentamenti, ovvero criticità tali da ingenerare possibili contenziosi con l'appaltatore delle opere», e a cui seguirà il secondo step , ovvero quello della costruzione vera e propria dell'edificio. «In una settimana al massimo - prosegue il dg Dal Ben - il progetto esecutivo verrà anche validato da professionisti esterni: noi nel frattempo abbiamo rinnovato la richiesta all'Autorità nazionale anticorruzione per la stip u l a d e l p r o t o c o l l o p e r l'espletamento della vigilanza collaborativa per l'appalto, e una volta ricevuta la loro risposta potremo pubblicare il bando di gara». Il tutto con un occhio al futuro Parco delle Mura, come sottolinea in chiusura Giuseppe Dal Ben: «La nuova Pediatria dovrà necessariamente inserirsi in maniera armonica in questo più ampio contesto, e i nostri professionisti stanno lavorando di concerto con le altre parti in causa per studiare la soluzione che garantisca il minor impatto possibile». Ed evitare così altre polemiche o - ancor peggio - altri esposti, come quello presentato in Procura a fine dicembre 2020 da 11 cittadini, tra cui l'architetto Vittorio Spigai e l'ex deputata dei Ds, Luisa Calimani.

Foto: Simulazione Un rendering sulla futura Pediatria nell'area del Giustinianeo