scarica l'app
MENU
Chiudi
26/05/2020

Pd: “Il modello utilizzato a Genova non è replicabile”

La Stampa

codice appalti
Niente modello Genova. Il Pd di Nicola Zingaretti riparte dal piano lanciato dalla ministra De Micheli. Insomma, per far ripartire i cantieri bisogna semplificare, prevedendo procedure negoziali per gli appalti sotto i 5 milioni. Da qui, dunque, il partito democratico vorrebbe ripartire. Ma l'ipotesi crea però malumori nella maggioranza con una contrarietà esplicita che arriva da Italia Viva che con il leader Matteo Renzi chiede un piano shock da 120 miliardi sui cantieri. «Genova, Expo, chiamatelo come vi pare - afferma la ministra Teresa Bellanova - il problema non è il nome. Il problema è dare all'Italia un modello agile e veloce per costruire le infrastrutture che servono al Paese. Un modello che le tragedie le previene». Se la politica sembra trovare nel tema degli appalti nuovi motivi di fibrillazione, l'idea di semplificare trova però attenzione anche all'Anac, l'Autorità Nazionale Anticorruzione. Per il presidente dell'Anac, Francesco Merloni si possono velocizzare le procedure in base a quanto già consentito dal codice. - © RIPRODUZIONE RISERVATA