scarica l'app
MENU
Chiudi
20/12/2018

Pasticceria, abiti e parrucchiere Decolla il bando per le attività

QN - La Nazione

DODICI microimprese finanziate, sei nuove attività per un importo complessivo di 35mila euro, altrettante da riqualificare per 25mila euro. Il bando per i finanziamenti pubblicato dal Comune di Fucecchio è entrato nel vivo con sedici realtà che hanno presentato domanda e dodici di queste 'accontentate'. Si conferma dunque ancora un successo l'iniziativa dell'amministrazione comunale che da alcuni anni sta cercando di supportare, con un piccolo contributo, fino a 6mila euro per attività, coloro che vogliono sviluppare una propria impresa commerciale o artigianale a Fucecchio o che vogliono riqualificare quella esistente. «Abbiamo fatto questa scelta - spiega l'assessore allo sviluppo economico, Silvia Tarabugi - per fare in modo che fosse garantito a tutti l'accesso ai fondi, sia alle nuove attività che alle riqualificazioni. Il risultato che abbiamo ottenuto è stato proprio quello che ci eravamo prefissati, dando modo così anche ad alcune attività esistenti di accedere ai finanziamenti e alleggerire le spese sostenute per migliorare il proprio negozio». Le attività finanziate quest'anno dal Comune di Fucecchio sono di vario genere. TRA LE nuove aperture ci sono un negozio di abbigliamento in via Donateschi, una pasticceria in via Trieste, un parrucchiere barber-shop già aperto in viale Gramsci, un negozio di sigarette elettroniche in via Dante e ben due affittacamere non professionali, uno in via Ariosto e l'altro in via Castruccio. Proprio queste ultime rappresentano la grande novità del bando 2018. «Abbiamo inserito gli affittacamere non professionali del centro storico nell'elenco delle attività ammissibili a finanziamento - spiega il sindaco Alessio Spinelli - perché negli ultimi tempi a Fucecchio è cresciuta e sta ancora crescendo l'offerta di questo genere di attività. Questo ci fa ben sperare per il futuro del nostro centro e ci conferma che il lavoro fatto da questa amministrazione per invertire il trend relativo ai visitatori nella nostra città stia dando ottimi frutti».