MENU
Chiudi
11/12/2018

«Passo indietro con le nuove norme sugli appalti pubblici»

La Liberta

Per la segreteria confederale della Cgil, il Decreto Semplificazione ha molti rischi ROMA ● Si chiama Decreto Semplificazioni, ma è un vero e proprio «stravolgimento con conseguenze disastrose e di arretramento della legislazione sugli appalti pubblici». Il mantra, per giustificare questa scelta del governo - dichiara Franco Martini, segretario confederale della Cgil - è che il nuovo Codice avrebbe bloccato il mercato degli appalti pubblici, «nulla di più falso». Il Governo e il Ministero delle Infrastrutture, «utilizzando la giustificazione della valutazione costi-benefici ha invece bloccato la realizzazione delle grandi opere e sospeso l'avvio di quelle strategiche che avevano l'autorizzazione per essere messe a gara».

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore