scarica l'app
MENU
Chiudi
23/01/2019

Parte il project financing per la nuova illuminazione

Corriere Adriatico

LA GESTIONE
Si firma il contratto, l'appalto ammonta a 5 milioni di euro SANT'ELPIDIO A MARE La nuova gestione della pubblica illuminazione a Sant'Elpidio a Mare è ai nastri di partenza. Questione di giorni per la firma del contratto con cui si assegnerà formalmente il project financing per la gestione degli impianti luminosi in tutto il territorio comunale per i prossimi 15 anni. Dopo la gara indetta dalla Stazione unica appaltante in autunno, che si è conclusa ai primi di dicembre con l'aggiudicazione all'unico offerente, restano da sbrigare gli ultimi adempimenti burocratici. Ecoelpidiense ed Operalight, le due aziende associate che avevano proposto il progetto al Comune e sono poi risultate le sole a candidarsi a gestirlo, hanno depositato nelle scorse settimane documenti e polizza fidejussoria. Non oltre inizio febbraio la stipula del contratto e il conseguente avvio del servizio. Nel breve periodo, da qui ad un anno, si assisterà ad un progressivo rinnovo di lampade ed impianti in tutto il territorio comunale. Le richieste Tra le richieste inserite nel bando c'era infatti un investimento da parte del gestore, nell'ordine di circa 1,5 milioni di euro, da effettuare nei primi 12 mesi per la riqualificazione, adeguamento e messa a norma degli impianti. Sarà quindi questo il primo risultato visibile che potrà essere percepito dalla popolazione. In questo piano c'è anche una previsione di valorizzazione del patrimonio storico ed artistico cittadino, attraverso una rinnovata illuminazione dei monumenti e luoghi d'interesse. Una "Sant'Elpidio by night" che quindi, in particolare in centro storico, a breve dovrebbe caratterizzarsi per un impatto visivo più suggestivo. Altro aspetto che l'Amministrazione comunale ha tenuto ad inserire e che non era presente nella proposta iniziale di project financing, è che il privato si faccia carico della manutenzione sia ordinaria che straordinaria. «Lo abbiamo voluto per una semplificazione delle procedure e per garantire qualità del servizio - ha ricordato a tale proposito il sindaco Alessio Terrenzi - Per il cittadino significa avere la certezza di un interlocutore al quale rivolgersi per segnalare tutti i disservizi e i malfunzionamenti, che ha il compito di provvedere tempestivamente a risolvere le criticità». La novità Un'altra delle novità dovrebbe essere l'incremento dei punti luce nel territorio comunale, ad oggi circa 3.000, con l'inserimento di ulteriori lampioni nei punti più bui del territorio comunale. Nel programma di riqualificazione c'è anche la progressiva sostituzione delle lampade, con un passaggio ad un uso sempre più frequente dei led che garantirà minore inquinamento ed un contenimento dei consumi. Ad oggi nel comune elpidiense si consumano circa 1,5 milioni di kW all'anno per la luce pubblica, un quantitativo che dovrebbe andare a ridursi nei prossimi anni, garantendo economia. L'appalto complessivamente ammonta a 5 milioni di euro per l'intero periodo, con un canone annuo che il Comune verserà alle due società di 325.000 euro. Pierpaolo Pierleoni © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Il palazzo comunale in piazza Matteotti