MENU
Chiudi
03/08/2018

Parco Castello, c’è anche il campo da bocce

Il Centro

L'Aquila, Fondazione Carispaq curerà i lavori di riqualificazione da un milione dopo l'intesa col Comune
L'AQUILA Non sarà più il Comune ma la Fondazione Carispaq a svolgere il ruolo di stazione appaltante per i lavori di riqualificazione del Parco del Castello. È una delle novità contenute nella convenzione stipulata tra l'ente presieduto da Marco Fanfani e il sindaco Pierluigi Biondi , grazie alla quale si è sbloccata un'impasse amministrativa che andava avanti da tempo. Il progetto, infatti, risale al 2008 ed era stato appaltato l'anno successivo, salvo essere revocato dopo il terremoto. Qualche anno fa era stato nuovamente rilanciato e inserito nella più ampia strategia di rivitalizzazione del centro storico. A marzo 2017 Comune, Soprintendenza e Fondazione avevano illustrato il nuovo progetto, ma l'iter si era bloccato di nuovo per una serie di problemi burocratici. L'uovo di Colombo è stato trovato nel nuovo codice degli appalti, contenente un articolo, il numero 20, che permette anche ai privati di effettuare interventi sul patrimonio pubblico. L'altra misura che ha consentito di accelerare i tempi è stata lo stralcio della parte relativa a piazzale Battaglione Alpini. L'intervento costerà un milione e sarà finanziato per intero dalla Fondazione. A breve partiranno i lavori del primo lotto (700mila euro), che dovranno concludersi entro 250 giorni. «Il progetto», ha ricordato Fanfani, «è solo l'ultimo, in ordine di tempo, sostenuto dalla Fondazione, già intervenuta per il ripristino di Porta Napoli e del soffitto di San Bernardino». Hanno preso parte alla stipula della convenzione anche il vicesindaco Guido Liris , l'assessore Emanuele Imprudente , la soprintendente Alessandra Vittorini e l'architetta Gianna Liberali , autrice del progetto. Quest'ultimo prevede la rifunzionalizzazione degli spazi, la messa in sicurezza dei percorsi, una nuova pavimentazione e altre misure pensate per favorire l'accesso al parco anche a persone con disabilità. Le aree sportive e ludiche già esistenti verranno arricchite con nuovi giochi e attrezzi, tavoli da ping pong e tavoli in pietra con scacchiera incisa. In mezzo agli alberi sorgerà un campo da bocce. Previsti la posa di nuove panchine, cestini e rastrelliere per bici e il miglioramento dell'illuminazione notturna. (r.ciu.)

Foto: Una parte del progetto

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore