scarica l'app
MENU
Chiudi
17/10/2018

Parcheggi a pagamento, è caos Il sindaco: bando tutto da rifare

Il Messaggero

LE SPINE
Bando parcheggi, tutto da rifare. Il sindaco Gianguido D'Alberto ha annunciato la volontà dell'amministrazione di revocare la gara avviata durante il periodo commissariale e attualmente ferma. «Il bando ha spiegato è stato scritto senza una visione strategica e senza alcun indirizzo politico: ne è prova anche la durata, che è stata fissata ad un solo anno. L'amministrazione vuole rivedere tutti criteri del bando, a cominciare dalle tariffe». Ieri, nel corso del Question Time, il Consiglio comunale dedicato ad interrogazioni ed interpellanza, il sindaco ha risposto ad una precisa domanda del consigliere Maurizio Salvi (Futuro In) sul tema, rimarcando che l'intento dell'amministrazione è quello di inserire il nuovo bando all'interno di un contesto più ampio, come il nuovo piano parcheggi e il piano della mobilità sostenibile, ma anche di quello della sosta: è infatti in corso uno studio per la rivalutazione dei posti auto in centro storico.
«La nuova gara ha spiegato D'Alberto rispetterà la clausola sociale, quindi sarà riservata alle cooperative di tipo B, ma prevedrà un affidamento per più anni e sarà mirata all'abbattimento dei costi e, di conseguenza, anche alle tariffe a carico degli utenti». Un discorso a parte vale per piazza Dante, che attualmente è utilizzata come parcheggio. Rispondendo ad un'interrogazione del consigliere Mario Cozzi, D'Alberto ha ricordato che, ad oggi, «mancano i dati della rimodulazione del Pef relativamente alla gestione del privato dei parcheggi a raso. Dobbiamo tirare fuori i numeri, effettivi, del vantaggio economico che il privato sta avendo la gestione. In seguito restituiremo la piazza alla città». Tra gli aspetti da valutare, anche quelli connessi al trasporto pubblico urbano, in particolare alle due linee, la 6 e la 7, che collegano il centro della città con l'Università. Il problema dei trasporti e dei bus sempre stracarichi, oltre che in ritardo e mal collegati con la stazione ferroviaria, sollevato dall'Unione degli universitari, è stato affrontato ieri mattina nel corso di un incontro tra i ragazzi e l'assessore al Traffico Stefania Di Padova, che ha promesso di occuparsi della questione. Altro tema caldo, visto anche l'avvicinarsi delle ricorrenze di novembre, è stato quello relativo ai cimiteri. Rispondendo alla sollecitazione del consigliere Raimondo Micheli (Fratelli d'Italia-An), il sindaco, ha assicurato che per le celebrazioni dei defunti i padiglioni del cimitero di Cartecchio ancora inagibili saranno visitabili con un accesso assistito, ossia i cittadini saranno accompagnati da vigili del Fuoco o personale della Team. Il Comune ha anche chiesto alla municipalizzata che venga rimosso e modificato il divieto di accedere al cimitero con mezzi per disabili: attualmente l'accesso è consentito solo il sabato, una situazione che D'Alberto ha definito inaccettabile..
Valentina Procopio
© RIPRODUZIONE RISERVATA