scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
16/01/2021

Pandemia e cantieri, lavori assegnati a nove ditte ferraresi

QN - Il Resto del Carlino

Lavori pubblici
Sono diverse le imprese ferraresi che si sono aggiudicate gli ultimi interventi edili previsti dall'amministrazione. Su undici affidamenti di opere, interventi e manutenzioni, per 400mila euro circa, nove sono andati a ditte del territorio (Ferrara e provincia) e in due casi ad avere i requisiti sono state aziende delle immediate vicinanze. «È una vittoria del territorio», dice il sindaco Alan Fabbri, che rilancia anche al governo la proposta di «dare più valore alle imprese locali anche nella normativa sugli appalti. Non si capisce infatti il senso di doverci rivolgere altrove per fare interventi che le nostre aziende sanno fare benissimo». «Questa - precisa il primo cittadino - è un'antica battaglia politica che sosteniamo convintamente e un tema che anche le misure previste dal governo a seguito dell'emergenza Covid hanno messo in luce». Con la pandemia, infatti, e la legge 11 settembre 2020, «sono state potenziate le opportunità relative agli affidamenti diretti ed è stata semplificata la materia degli appalti che oggi prevede così la possibilità di incaricare direttamente, adottando specifici criteri, le imprese per lavori e servizi di importo massimo di 75mila euro (prima era 40mila euro)», spiega l'assessore Andrea Maggi (foto). «In questo contesto, a Ferrara, ad ottenere l'ultima tranche di microappalti sono state, nella stragrande maggioranza dei casi, ditte locali e questo ci fa enorme piacere». È infatti di Ferrara la 'Marchesini impianti' che, per 20mila euro, realizzerà le manutenzioni e il pronto intervento sulle reti dati e telefoniche installate negli immobili di proprietà comunale. È di Bosco Mesola la Sangiorgi Costruzioni Srl che effettuerà manutenzioni e opere di pronto intervento edile nelle scuole di proprietà comunale (70mila euro a base d'appalto). È di Bondeno la Galliera Costruzioni che realizzerà interventi edili ed impiantistici funzionali alla riapertura delle scuole a settembre, per complessivi 51mila euro. Ha sede a Malborghetto di Boara la Bocchimpani Srl che, all'ex scuola di Montalbano, installerà le nuove persiane alle finestre, nell'ambito del 'Programma sicurezza scuole' e sostituirà inoltre gli infissi di diverse scuole ed edifici comunali; lavori per complessivi 27.700 euro. È di Copparo la Castellani costruzioni che realizzerà lavori di messa in sicurezza in alcune porzioni dei cornicioni del Complesso Boldini, per 38mila euro complessivi. È di Ferrara la Chiarati Sistemi Srl che doterà di nuovi impianti anti intrusione e di videosorveglianza il percorso museale del Castello e i locali di custodia delle armi nelle sedi della polizia locale (70mila euro circa). È di Ferrara la Geostrutture restauri Srl incaricata del restauro strutturale della statua in bronzo raffigurante la Nike Alata, a San Bartolomeo in Bosco, nell'ambito degli interventi finanziati con 'Art bonus' (agevolazione fiscale al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura). Un intervento del valore complessivo di 17.500 euro. Sono inoltre, rispettivamente, di Ferrara e di Cento la Euro Tech Srl e la Silla Sas che entro marzo effettueranno lavori di adeguamento di piazza Ariostea al Palio, per circa 30mila euro complessivi.