MENU
Chiudi
15/07/2018

Palazzetto, bando per la gestione quinquennale

Il Gazzettino

FONTANAFREDDA
Avrà una durata quinquennale il nuovo contratto d'appalto per la gestione del palazzetto dello sport, di cui è stato pubblicato il bando, in scadenza a fine mese. «Lo scorso anno spiega l'assessore allo sport Antonio Landa lo avevamo concesso in gestione provvisoria per preparare nel migliore dei modi questo bando. Dopo l'affidamento per 18 mesi dei campi rossi al Tennis club e l'affidamento del campo da calcio Pignat di Vigonovo, stiamo continuando a mettere in regola le gestioni degli impianti sportivi comunali, come la Corte dei conti sollecita ormai da anni. Non possiamo più permetterci di ricevere segnalazioni e sollecitazioni da parte della Corte dei conti. È venuto il momento di trovare una soluzione che passa necessariamente per la gara d'appalto». Il bando scade alle 12 del 30 luglio. Potranno partecipare società sportive professionistiche o dilettantistiche purché gli amministratori abbiano almeno una quinquennale esperienza nella gestione di impianti sportivi. L'offerta minima dal punto di vista economico è di mille euro annui da riconoscere al Comune. Poi l'offerta dovrà contenere tutta una serie di proposte per migliorare il servizio e l'offerta al pubblico. Nella gara d'appalto il Comune ha inserito diversi paletti, come l'obbligo di tenere aperta la struttura in media 8 ore al giorno equamente distribuite nel corso della giornata, nonché facilitazioni per associazioni sportive e no del comune alle quali saranno riconosciute anche tariffe privilegiate con differenziazione se iscritte o meno la Coni. Come sempre il palazzetto potrà essere usufruito anche dalle classi del Comprensivo. Per tale servizio il Comune offrirà 17,5 euro l'ora per un totale di circa 1000 ore di utilizzo. La gestione dovrà promuovere, sostenere e incentivare le attività sportive tra la cittadinanza, soprattutto a favore dei ragazzi. Mille le ore minime a disposizione della società gestrice dell'impianto, mentre 300 sono quelle minime che dovranno essere previste a favore delle altre associazioni del territorio e 200 delle altre associazioni in genere. L'utilizzo della struttura da parte di altri soggetti o gruppi di privati sarà concesso per almeno 70 ore. Le tariffe orario andranno poi differenziate se l'associazione è sportiva o meno e se iscritta o meno al Coni. Il Comune ha proposto: 55 euro per l'ordinaria, 25 per le associazioni sportive iscritte o affiliate Coni, 15 se le attività sono a favore del settore giovanile.
Riccardo Saccon
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore