scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/01/2021

«Palazzetto alle società per due anni»

La Nuova Sardegna

Il Comune presenta il bando, ma i sodalizi temono che la gestione vada in rosso
ORISTANOLo sport oristanese ha voglia di ripartire, pochi dubbi. Lo dimostra la partecipazione all'assemblea indetta dal Comune per il pomeriggio di ieri, che ha visto la partecipazione di una cinquantina tra società sportive, consiglieri comunali e rappresentanti del Coni e degli enti di promozione sportiva. Tutto in digitale, ovviamente, e per questo un po' confuso come capita spesso in questo tipo di assemblee. Fra le altre cose, si è parlato del palazzetto di Sa Rodia: «A breve avremo l'agibilità» ha dichiarato, in apertura di lavori, il sindaco Lutzu. Poi è stata la volta delle precisazioni sul bando esplorativo per la sua gestione, che sarà probabilmente prorogato sino al 5 marzo. Anche perché c'è una novità importante, che fino ad oggi non era stata messa in chiaro: «Il bando vero e proprio sarà aperto solo alle società che avranno presentato una manifestazione d'interesse» ha spiegato l'assessora allo Sport Maria Bonaria Zedda. «La gestione durerà due anni e in quel periodo predisporremo il bando per la concessione pluriennale» ha proseguito l'assessora. Proprio sui tempi si sono concentrate le perplessità degli intervenuti, che dubitano che in due anni sia possibile far andare a regime la struttura e temono il rischio di forti perdite. «Capisco le perplessità - ha replicato l'assessora - ma tenete presente che in questi due anni c'è la possibilità di ottenere dei redditi dall'affitto delle sale oltre al ritorno di visibilità che darebbe la gestione di una struttura simile». Qualcuno, come il consigliere comunale Peppi Puddu, propone alle società di consorziarsi e gestirlo insieme per i prossimi due anni, ma l'operazione sarebbe tutt'altro che facile.«Struttura meravigliosa - la definisce Gabriele Schintu, delegato provinciale del Coni - ma veramente molto difficile da gestire per la sua complessità». Non solo palazzetto, è stata annunciata la ricostituzione della commissione sportiva comunale, composta fra gli altri da tre rappresentanti del Comune e due delle società. Si è parlato, ovviamente, anche di soldi.Stanno per essere liquidati i contributi ordinari alle società sportive e inoltre sono previsti sussidi per 37 500 euro da dividere fra chi si è dovuto spostare dalle strutture comunali a causa del Covid e chi, sempre per la pandemia, ha dovuto interrompere le proprie attività. Si è parlato, infine, anche del tanto atteso skate park: i lavori dovrebbero essere prossimi alla conclusione e il Comune deve predisporre il bando per la sua gestione.(dav.pi.)