scarica l'app
MENU
Chiudi
07/12/2019

Palasport, stop ai buchi: cercasi gestore

Il Gazzettino

GLI INTROITI DEL CONCESSIONARIO DA TARIFFE PER L'USO, CONTRIBUTI COMUNALI E AFFITTI A SOGGETTI PRIVATI
TORREGLIA
Gestore cercasi per il palazzetto dello sport di via Tobagi. Dopo anni nei quali, anche con il supporto di società sportive della zona, era stata l'amministrazione comunale a farsi carico dei costi della gestione e della pulizia dell'impianto al coperto, la giunta guidata dal sindaco, Filippo Legnaro, ha deciso di cambiare rotta, facendo ricorso a una procedura competitiva per individuare il migliore gestore del polo sportivo.
Non si tratta di una gara da poco. L'aggiudicatario del palasport comunale manterrà infatti il bene per la durata di cinque anni, con l'opzione per prolungare a sette il contratto.
Toccherà al nuovo gestore innanzitutto assumere gli oneri delle bollette, a cominciare da luce, acqua e riscaldamento. Le spese saranno però bilanciate in parte dall'introito delle tariffe concordate con l'amministrazione per l'uso dell'impianto e imposte alle società sportive del territorio; e in parte dalla quota corrisposta annualmente dal Comune come corrispettivo della gestione. A fare la differenza in positivo per il gestore del palazzetto saranno gli utili derivanti dall'affitto della struttura a soggetti privati o per le stesse attività del gestore.
A conti fatti il corrispettivo della gara sarà di circa 187 mila euro. Il bando, applicando la disciplina in materia di gestione dell'attività sportiva della Regione, riserva la partecipazione alle società dilettantistiche affiliate al Coni e comunque non operanti per finalità di lucro. La gestione con la corresponsione del canone fisso pone in tal modo l'amministrazione al coperto dagli eccessi delle spese di gestione che avevano condizionato in passato la funzionalità dell'impianto.
«L'efficientamento energetico del polo sportivo ha sottolineato il sindaco, Filippo Legnaro contribuirà sicuramente a contenere i costi di gestione, mettendo il Comune al sicuro da sgradite sorprese. Il nostro intento resta comunque quello di favorire l'attività di aggregazione e promozione sportiva del territorio, rendendo utilizzabile la struttura pubblica a prezzi accessibili, soprattutto con beneficio delle attività motorie rivolte ai più giovani».
La gara per la gestione del palasport vedrà sicuramente l'interesse di molte società sportive alla ricerca di spazi che si fanno di anno in anno sempre più ridotti nell'area termale. Potranno candidarsi tutti i club del territorio in possesso dei requisiti richiesti dal bando.
L.P.