scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
19/08/2021

Padova: «Un commissario ad hoc per il mega ospedale da 590 milioni»

La Nuova Venezia - Albino Salmaso

Zaia lancia la proposta al premier Draghi. Metà fondi dal bilancio della Regione, gli altri con un mutuo
Albino Salmaso / VENEZIAIl nuovo ospedale di Padova a San Lazzaro è in rampa di lancio con un quadro economico da 590 milioni di euro: 290 prelevati dal bilancio della Regione, gli altri 300 da un mutuo con le banche. Bocciata la proposta Inail e il project dei privati, non resta che la soluzione classica: l'appalto gestito dall'Azienda Universitaria. Ma per decollare si deve liberare dalle catene della burocrazia e Luca Zaia un'idea ce l'ha e la spiega come sempre a modo suo, alle 12 a palazzo Balbi, appena conclusa la giunta con gli assessori Lanzarin e Calzavara al suo fianco. Si fa la storia «Allacciate le cinture perché la delibera approvata oggi passerà alla storia», dice il presidente con la solita enfasi. «Non siamo dei perditempo e quando sono arrivato a palazzo Balbi, 11 anni fa, ho trovato solo uno scatolone di carte come sintesi di un dibattito eterno. Oggi invece abbiamo varato il finanziamento per il nuovo ospedale di Padova. Noi mettiamo 290 milioni, gli altri 300 arrivano dalle banche. E quindi rivolgo un appello al presidente Draghi perché si metta una mano sulla coscienza e trovi la soluzione per accorciare le procedure. Se tutto fila liscio ci vorranno 8-10 anni per concludere i lavori, che inizieranno a fine 2023. I tempi si dimezzano invece con la nomina di un commissario ad hoc, di alto profilo giuridico e morale, scelto dal governo. Non chiedo di occupare io quel ruolo, anche se l'esperienza maturata con il disastro Vaia mi porta a dire che in tre anni abbiamo investito un miliardo di euro per risanare le ferite sulle nostre montagne. Oggi stiamo attraversando una fase difficile, la pandemia non dà tregua e bisogna assolutamente bruciare le tappe nella programmazione», spiega Luca Zaia.La sfida internazionaleL'orizzonte si allarga perché il nuovo ospedale di Padova a San Lazzaro sarà «il biglietto internazionale da visita dell'Italia per garantire l'eccellenza nella ricerca dei biofarmaci e nelle cure delle patologie complesse, in primis i trapianti d'organo che non si sono mai interrotti. I risultati ottenuti in questi due anni di lotta al Covid confermano che la sanità veneta può competere al massimo livello con l' Europa e con i centri americani più qualificati», insiste il governatore. Draghi potrà raccogliere la proposta? E quale soluzione tecnico-giuridica si profila all'orizzonte?Modello Genova e TavIl Doge serenissimo ha inviato a palazzo Chigi anche il dossier della Zls di Venezia-Rovigo e prima della firma è previsto un negoziato: in quella sede Zaia rilancerà la proposta del commissario ad hoc per l'ospedale di Padova, mutuando il modello ponte Morandi di Genova o quello sperimentato dal ministro Giovannini per l'alta velocità. Dopo trent'anni di ritardi, finalmente gli appalti della Tav Milano-Venezia bruciano le tappe e c'è da sperare che lo stesso iter venga introdotto anche nella sanità. «Stiamo parlando di Pnrr e credo ci siano le modalità per far decollare anche per gli ospedali una modalità commissariale. La fase di emergenza è reale e non cerchiamo scorciatoie. Ho scritto all'Anac e la commissione di esperti dell'università di Padova ha deciso di procedere con la classica gara d'appalto. La partita Inail è abbandonata perché avrebbero realizzato l'ospedale a spese loro facendoci pagare il canone d'affitto. No. Noi abbiamo deciso di realizzare l'ospedale e di pagarcelo perché resterà nostro per sempre. Ci mancherebbe altro», conclude Zaia.I 963 posti lettoSe questo è il contesto generale, i dettagli tecnici li fornisce l'assessore Manuela Lanzarin, che mette ordine ai numeri. «La delibera approvata è davvero storica perché recepisce lo studio di prefattibilità e il meccanismo di finanziamento. I primi accordi con l'Azienda Universitaria e il Comune di Padova sono stati firmati nel 2017. Il nuovo ospedale di San Lazzaro avrà 953 posti letto e altri 50 extraregione e costerà 590 milioni, 110 dei quali per le strutture tecnologiche. Ci siamo rimessi alla decisione della commissione di esperti dell'università di Padova che dopo aver analizzato tre scenari ha valutato la gara d'appalto con l'autofinanziamento la soluzione più idonea. Per il mutuo da 300 milioni ci sarà un bando per valutare l'offerta più vantaggiosa delle banche. Non siamo vincolati alla Bei. Nel frattempo abbiamo inviato all'Anac le otto proposte consegnate per la progettazione dell'area di San Lazzaro», spiega Lanzarin. Tutto come burocrazia comanda.Il vecchio giustinianeoIl cerchio si chiude con la conferma degli impegni sull'ospedale civile: il policlinico e il monoblocco di via Giustiniani potranno contare su 719 posti letto e nel frattempo si stanno aprendo le buste per affidare i lavori della nuova Pediatria. Resta solo l'incognita del commissario: Draghi e Zaia sapranno trovare la formula perfetta per mettere tutti d'accordo?© RIPRODUZIONE RISERVATA