scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/02/2021

Ossigeno per il commercio Sono in arrivo i contributi

QN - La Nazione

CASTEL SAN NICCOLO' di Sara Trapani Contributi alle attività economiche artigianali e commerciali del territorio comunale colpite dal Covid, a Castel San Niccolò è stato aperto un bando per aiutare queste categorie messe a dura prova dall'emergenza sanitaria ancora in corso. Il sostegno è previsto dalla Presidenza del Consiglio nell'ambito della strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne con le risorse che per il comune dell'alto Casentino sono di 45.300 euro per quanto riguarda il 2020. Nello specifico si tratta di un doppio intervento che da un lato prevede una tantum a fondo perduto per le spese di gestione a fronte della comprovata riduzione di fatturato, mentre dall'altro dell'erogazione di un contributo per interventi di ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento ed innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali, incluse le innovazioni tecnologiche indotte dalla digitalizzazione dei processi di marketing on line e vendita a distanza. Per l'acquisto di macchinari, impianti, arredi ed attrezzature varie, ma anche per investimenti immateriali, e ancora opere murarie e impiantistiche necessarie per l'installazione ed il collegamento di macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti. Sia il bando che il modello per la presentazione della domanda di finanziamento, che deve essere consegnata entro le 12 di venerdì 20 marzo, sono pubblicati sul sito del Comune al link https://www.comune.castel-san-niccolo.ar.it/. La domanda può poi essere consegnata sia in modalità cartacea all' ufficio protocollo o in via telematica tramite Pec all'indirizzo comune.castelsanniccolo@postacert.toscana.it. «Sabato è stato pubblicato il bando ed è anche stata organizzata nella sera un videoconferenza a cui hanno partecipato numerosi componenti del tessuto economico artigianale e commerciale della nostra comunità - spiega il sindaco di Castel San Niccolò Antonio Fani - la particolarità del bando è legata anche alla verifica che il contributo per l'anno 2020 sia interamente assegnato altrimenti scatterà l'esclusione per i fondi a sostegno delle annualità 2021 e 2022. Il nostro bando, ricalcando le impostazioni del bando tipo fornito dall'Uncem con l'introduzione dei ristori per la riduzione del fatturato, prevede una certificazione che attesti tale riduzione che può essere fatta da un commercialista iscritto all'albo o anche da un' associazione di categoria. A disposizione dei cittadini per qualsiasi chiarimento c'è comunque l'ufficio ragioneria del Comune ed in particolare la dottoressa Nicole Gelli». © RIPRODUZIONE RISERVATA