scarica l'app
MENU
Chiudi
09/06/2020

Ospedali ai privati “Una scelta sbagliata inutile perseverare”

La Stampa - MAURO CAMOIRANO

Reazioni polemiche dopo la sentenza del Tar nello scontro tra Policlinico di Monza e Istituto Galeazzi
CAIRO M. Ospedale di Cairo, la minoranza unita chiede la convocazione urgente di un Consiglio comunale straordinario. Una richiesta inoltrata prima della sentenza del Tar che accoglie il ricorso del Policlinico di Monza e che, secondo i firmatari, «diventa ora ancora più stringente e necessaria: la situazione di incertezza per pazienti e lavoratori non è più sostenibile. I cittadini hanno diritto ad avere delle risposte». Replica però il sindaco Paolo Lambertini: «La situazione del nostro ospedale dovrebbe essere una priorità sostenuta con un fronte comune e invece da mesi il Pd fa campagna elettorale. Cosa significa, e come può essere utile discutere tra di noi, cito "sulla politica sanitaria della Regione, di Alisa e Asl fino al passaggio alla gestione privata dell'ospedale". Oppure "calendarizzare la convocazione periodica della commissione consiliare sanità" quando l'amministrazione cairese targata Pd dal 2012 al 2017 non ne ha convocata nemmeno una? Preoccupiamoci davvero del futuro del nostro ospedale e non di politica da slogan come si è fatto per tutta l'emergenza Covid». Ma è innegabile che è la seconda volta che il Tar stoppa il bando. E la Regione è sotto assedio. Durissimo l'onorevole Pd Franco Vazio: «Il disastro è servito. Ora si pensi al pubblico, non ad impugnare la sentenza. Avevo detto in tempi non sospetti che il bando di gara predisposto dal duo Toti e Viale fosse un raro esempio di insipienza ed arroganza. Gli ospedali di Albenga e di Cairo sono avviati al disastro: non si può assegnare a chi ha vinto la gara, perché è annullata, e non si può neppure farne una nuova perché la sentenza non è definitiva. Non c'entrano nulla il codice degli appalti, il "modello Genova" e la burocrazia . Si tratta solo di una gara che, nella migliore delle ipotesi è solo stata fatta male». Perentorio anche il consigliere regionale del M5s Andrea Melis: «Ormai la misura è colma: in Liguria, è in atto una guerra tra colossi della Sanità privata per aggiudicarsi una fetta della torta e a pagarne le conseguenze saranno ancora una volta i cittadini, con i nosocomi di Albenga e Cairo che, oltre a essere sotto organico, sono fermi negli investimenti». Per il consigliere regionale Pd Mauro Righello, «occorre revocare il procedimento di privatizzazione, ripristinando il funzionamento dell'ospedale pubblico di Cairo, con PS e batteria medica essenziale. Le risorse economiche ci sono visto che il Governo ha, ancor prima del Covid, triplicato i fondi per la sanità pubblica». -

Foto: Un'ambulanza all'ingresso del pronto soccorso dell'ospedale di Cairo Montenotte