scarica l'app
MENU
Chiudi
16/07/2020

«Ospedale Narni-Amelia, basta giochi»

Il Messaggero

Il sindaco Francesco De Rebotti replica al commissario De Fino «La Usl 2 è stazione appaltante i soldi li deve mettere la Regione»
SANITÀ
Il nuovo ospedale di Narni-Amelia è pronto. Almeno sulla carta. «È stato consegnato il progetto esecutivo», dice il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti. Al momento, però, il taglio del nastro della nuova struttura è un miraggio, considerando che non ci sono i soldi per realizzarla, come ha detto il commissario della Uls Umbria 2, Massimo De Fino, nell'intervista al Messaggero. «Sul bilancio aziendale posso dire con certezza che non ci sono soldi per coprire le spese di costruzione. Né qualcuno può pensare di lasciare sola l'Azienda ad erogare 40/50 milioni di euro». Parole che rimettono in discussione un progetto ventennale, proprio ora che l'iter è in dirittura d'arrivo. «I soldi non li deve mettere la Uls 2, ma la Regione. Questo deve essere chiaro», puntualizza il sindaco De Rebotti. «La Uls 2 - spiega il primo cittadino di Narni - è stazione appaltante del progetto, ma la copertura finanziaria dell'operazione deve arrivare dalla Regione, come è stata per altre realtà dell'Umbria». Lo scoglio finanziario, insomma, per il sindaco De Rebotti non deve essere l'alibi per mandare a monte il progetto. «Lo stesso commissario De Fino - prosegue De Rebotti - quando ha illustrato il progetto di integrazione dei due presidi di Narni e Amelia ha parlato della nuova struttura». Progetto che prevede un polo chirurgico a Narni e uno riabilitativo ad Amelia, entrambi a supporto dell'azienda ospedaliera Santa Maria di Terni. «Come sindaci abbiamo apprezzato molto il lavoro fatto dal commissario De Fino, ma ripeto il nodo finanziario non compete alla Usl», rimarca De Rebotti che torna a chiamare in causa l'assessore regionale alla sanità, Luca Coletto. «Dica chiaramente quale è la sua intenzione e lo spieghi agli umbri».
Per la sindaca di Amelia, Laura Pernazza, non ci sono dubbi che il nuovo ospedale si farà. «Nei giorni scorsi - dice la prima cittadina di Amelia - ho avuto rassicurazioni dalla presidente Donatella Tesei e dall'assessore Luca Coletto a proposito della realizzazione della nuova struttura». I dubbi sono altri e solo legati alla riprogrammazione della sanità regionale che è in atto. «Sarà necessario - spiega la sindaca Pernazza - rivedere la programmazione sanitaria del nuovo ospedale in base alle scelte che prenderà la Regione. Per questo nei prossimi giorni ci sarà un incontro con il ministero. Per la risorse finanziare ci sono criticità è vero, ma non sono insormontabili».
Sergio Capotosti
© RIPRODUZIONE RISERVATA