scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/11/2020

Ortomercato di Milano, via alla piattaforma logistica

Il Sole 24 Ore - Marco Morino

ALIMENTARE
È il primo intervento del piano di rinnovamento da 100 milioni di euro
milano

Sogemi, società interamente controllata dal Comune di Milano, che gestisce il mercato agroalimentare del capoluogo lombardo, prosegue nel piano di rinnovamento del nuovo mercato ortofrutticolo e avvia la costruzione della nuova piattaforma logistica ortofrutta (Plo). Nei giorni scorsi è stato stipulato il contratto di appalto con il raggruppamento temporaneo d'imprese rappresentato dalla mandataria Bertini Srl. Il valore dell'appalto è di 13,7 milioni di euro. Il piano di cantiere prevede l'avvio nelle prossime settimane delle opere di demolizione e bonifica e la consegna dell'edificio entro ottobre 2021.

La costruzione della piattaforma logistica, rappresenta il primo intervento nel piano di realizzazione del nuovo mercato ortofrutticolo, come deliberato dal Consiglio comunale di Milano nel 2018, con uno stanziamento complessivo di circa 100 milioni di euro. Prosegue dunque il progetto di riqualificazione infrastrutturale denominato Foody 2025, presentato alla città lo scorso dicembre dal sindaco Giuseppe Sala e dal presidente di Sogemi Cesare Ferrero, con l'obiettivo di trasformare il vecchio Ortomercato nel più importante hub agroalimentare italiano in grado di competere con i grandi mercati agroalimentari europei di Parigi, Madrid e Barcellona. L'appalto per la nuova piattaforma logistica rappresenta un passo importante per Sogemi in un anno di particolare complessità e di incertezza legata all'emergenza sanitaria generale e in particolare alla situazione lombarda e milanese. Anche in un contesto avverso, il Mercato ha confermato il ruolo di infrastruttura strategica di interesse pubblico per l'approvvigionamento e la distribuzione agroalimentare della città, della provincia e della regione, con intensi volumi di attività giornaliera.

Foody 2025 prevede in una prima fase un investimento di 100 milioni di euro per realizzare il nuovo mercato ortofrutticolo da completarsi entro il 2023 e una seconda fase per la realizzazione di strutture logistiche produttive e terziarie di supporto all'area mercatale. In particolare, il progetto è articolato in tre grandi capitoli: un nuovo padiglione ortofrutta, rivisto in chiave più moderna e innovativa; una nuova piattaforma logistica; un rinnovato Palazzo affari, che seguirà una progressiva riqualificazione, per divenire un polo per aziende e professionisti italiani e internazionali, che operano nella filiera agroalimentare, offrendo spazi lavorativi di smartworking e co-working e servizi pensati per soddisfare le necessità odierne e future. È prevista a regime la presenza di 114 grossisti e 97 produttori locali. La riqualificazione sarà accompagnata anche da un lavoro capillare di costruzione di una nuova identità del marchio (brand identity). Dice il presidente Ferrero: «Il rinnovamento della infrastruttura, inaugurata nel 1965, rappresenta un obiettivo imprescindibile per una adeguata ed efficiente operatività e per affermare il ruolo di Milano quale hub internazionale del sistema agroalimentare e di promozione di tutta la produzione e industria del food Italiano». Ogni giorno, mediamente, dal mercato agroalimentare di Milano escono 40mila quintali di prodotti freschi, che vi sono affluiti durante la notte. Una struttura viva e attiva 24 ore al giorno, per 7 giorni alla settimana, per ogni giorno dell'anno, che serve oltre 10 milioni di persone, in un'area di circa 650mila metri quadrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Foto:

IL VALORE

L'appalto da 13,7 milioni di euro prevede la consegna dell'edificio nell'ottobre 2021