scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
10/04/2021

«Ora un bando per il nuovo capo dei vigili»

Il Giornale - Michelangelo Bonessa

OMBRE SULL'AFFAIRE BARBATO-CIACCI
Anche il 5Stelle Corrado chiede a Sala più trasparenza
È stato il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle ultime elezioni. E oggi Gianluca Corrado si unisce al coro di chi chiede al sindaco Giuseppe Sala ( nella foto ) chiarimenti sull'avvicendamento nel 2017 tra Antonio Barbato e Marco Ciacci al comando dei vigili. Consigliere Corrado quanto è importante un'operazione trasparenza sulla Polizia locale in questo momento? «La trasparenza è sicuramente importante perché (...) segue a pagina 4 segue da pagina 1 (...)stiamo parlando di una questione di cui mi ero occupato più volte nel 2017, ma che ha lasciato dei dubbi. Io non mi avventuro in narrazioni complottistiche secondo le quali la magistratura decideva i tempi della sostituzione del comandante dei vigili». E allora? «L'unica richiesta che avanzerei a Sala è di chiarire il perché di quelle scelte politiche, perché non credo che ai cittadini non interessi tanto il rispetto di ogni piccolo aspetto tecnico, ma il perché delle decisioni politiche: ora che sono passati quattro anni, se ne può parlare più serenamente». Alla Commissione regionale Antimafia è stata presentata la richiesta di audire Sala. Pensa che il sindaco dovrebbe andarci? «Se la commissione riterrà di dover parlare con il sindaco del maggior capoluogo, ritengo che il primo cittadino debba rispondere. Non è obbligato, è una sua scelta, ma credo che dovrebbe andarci. È chiaro che c'è una parte strumentale della questione perché si avvicinano le elezioni, ma anche una parte seria da approfondire». Il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale dice che mancano le firme dei vostri consiglieri per istituire una commissione d'inchiesta sulla Polizia locale. «A me non è arrivata nessuna richiesta, se l'hanno inviata via mail magari non l'ho vista. Ma se il collega mi avesse chiamato, avrei con molta probabilità firmato anche se non ritengo che sia lo strumento giusto: una commissione così prova ad accertare i fatti, ma non ha poteri particolari». E quindi? «Sarei più incline a chiedere a Sala di venire a chiarire in consiglio comunale una volta per tutte questa vicenda». Pensa che ci sia bisogno di rifondare la Polizia locale? «Non credo che il tema sia rifondare la Polizia locale. Sicuramente nell'ambito delle partecipate del Comune in questi anni si sono verificati diversi episodi di atti corruttivi, quindi forse ci vorrebbe un maggior controllo e una vera applicazione sulla turnazione dei dirigenti. Invece rimangono per cicli più lunghi e questo nel tempo crea problemi di abitudini e minor controllo e vengono favorite vicende corruttive. La Polizia ha soprattutto un problema legato al personale: un terzo dei vigili, cioè circa 1.700 agenti, non può essere utilizzato per le attività in strada per legittimi motivi di salute, quindi penso che il problema sia di capire come gestire il corpo per far tornare i ghisa qualcosa di diverso da quelli che danno le multe». Per il futuro però è a favore dell'idea di selezionare il prossimo comandanti della Polizia locale attraverso un bando pubblico? «Un bando pubblico sarebbe assolutamente preferibile come strumento per selezionare non solo il prossimo, ma i prossimi comandanti». Michelangelo Bonessa
BARBATO-CIACCI Commissione d'inchiesta? Sono pronto a firmare anche io la richiesta

Foto: AL COMANDO Marco Ciacci è l'attuale comandante Polizia locale