scarica l'app
MENU
Chiudi
06/02/2020

Opere pubbliche, pronti i fondi

Corriere Adriatico

Torna l'allarme truffe nei piccoli centri dell'interno, presenze sospette segnalate sui social dai residenti
La giunta vara il piano triennale degli interventi, tra i progetti il recupero del cinema Arlecchino Stanziamenti consistenti per il dopo terremoto, si inizia con la realizzazione della scuola media
IL PROGRAMMA
MONTE URANO Quasi 7,5 milioni di euro. È la spesa complessiva relativa al solo anno 2020 e prevista nel piano delle opere pubbliche proposto dalla Giunta. Strade e marciapiedi per il 2021 e 2022 condiscono l'ambizioso programma. La parte più dispendiosa è dedicata alle opere pubbliche che hanno a che fare col terremoto, a partire dai 4,7 milioni di euro necessari per la realizzazione della nuova scuola media. L'obiettivo della sindaca Moira Canigola è quello di pubblicare, entro il 2020, il bando per la gara d'appalto relativo ai lavori.
I tempi
In questi mesi verrà valutata l'offerta fatta dall'unica azienda su cinque che ha presentato la propria candidatura. Se tutto filerà liscio si procederà con l'elaborazione del progetto e poi con la gara d'appalto per i lavori. La seconda spesa più elevata nel programma è quella da 980 mila euro per ristrutturare il cineteatro Arlecchino. Su questa spesa incombe un grande punto interrogativo. La situazione del cineteatro è nota. L'Arlecchino occupa un piano di un immobile che ha due proprietari: il Comune e una società privata. Le parti, dopo tre anni, non hanno ancora siglato un accordo e stanno ancora trattando. Se non si arriverà ad una soluzione, la spesa di 980.000 euro dovrà essere necessariamente posticipata. Al terzo posto in ordine di valore ci sono i 770 mila euro che l'amministrazione comunale ha previsto per realizzare il primo stralcio delle opere di urbanizzazione del progetto norma 27.
L'elenco delle opere
Un progetto che attende il completamento ormai da diverso tempo così come potremmo definire storico il rifacimento recinzione esterna campo sportivo comunale e riqualificazione area limitrofa che viene ripresentato per il 2020 con un importo di spesa previsto da 400.000 euro. Quest'anno sarà quello buono? Nell'elenco opere pubbliche anche 320 mila euro per la realizzazione di nuovi loculi cimiteriali. Sono 160 nuovi loculi di cui 32 resteranno a disposizione del Comune e 128 verranno messi in vendita. Infine, la giunta pensa di spendere 250 mila euro per il miglioramento sismico dell'ex scuola media Leopardi. Una parte dell'edificio è inagibile e verrà ristrutturata. Una parte dell'immobile verrà adibita a centro culturale permanente, in grado di ospitare mostre e eventi ma anche spazi per giovani professionisti e sedi di associazioni. Un'altra parte dell'edificio potrebbe essere utilizzata per il trasferimento del distretto sanitario (ora in via Papa Giovanni XXIII) ma una decisione definitiva non è stata ancora presa. Terminati i 6 interventi del 2020 si passa al 2021. Il piano opere pubbliche prevede la messa in sicurezza della strada Tiboglio, in particolare il tratto Ovest, con realizzazione di interventi di consolidamento e eliminazione avvallamenti (210 mila euro) e la realizzazione del marciapiede di via Elpidiense, per il collegamento in direzione Est (120 mila euro). Il piano termina con il prolungamento marciapiedi di via Italia (140 mila euro) previsto nel 2022.
Massimiliano Viti
© RIPRODUZIONE RISERVATA