scarica l'app
MENU
Chiudi
04/01/2019

Opere pubbliche a Riva: lavori per quasi 140 milioni

Il Trentino

»LA CITTÀ DEL FUTURO INVESTIMENTI
Cittadella dell'accoglienza, fiere, edilizia scolastica e nuovo palacongressi Tantissimi i progetti ormai prossimi a partire: ecco la mappa degli interventi
RIVA Poco meno di 140 milioni di euro. È la cifra che si riverserà sulla città di Riva del Garda nell'arco di pochi anni per opere pubbliche (o comunque di pubblico interesse) già appaltate o per le quali è stato già approntato il bando. Un fiume di denaro che andrà in parte a cambiare il volto della città. L'opera più vicina alla realizzazione è la Cittadella dell'accoglienza , che sorgerà sulle ceneri dell'ex ospedale civile di Riva e porterà a 120 posti l'offerta dell'Apsp Città di Riva con una particolare attenzione all'Alzheimer. L'appalto (6,6 milioni di euro) è stato affidato all'associazione temporanea di imprese costituita dalla Costruzioni Dallapè srl di Madruzzo, dalla Fogarolli srl di Trento, dalla Gruber srl di Riva, dalla North Systems srl di Trento, dalla Tecnoair srl di Rovereto e dalla Jam srl di Trento. L'avvio del cantiere è questione di giorni. A buon punto anche il bando per la realizzazione dell' ascensore inclinato del Bastione (opera da 2 milioni di euro). Lunedì 7 gennaio verrà aperta la busta con l'offerta economica dell'unica cordata che si è presentata: la ICB, Impresa costruzioni Basso Sarca di Arco, e della Maspero Elevatori, azienda di Appiano Gentile (Como) specializzata nella realizzazione di ascensori inclinati. Se non ci saranno intoppi, il cantiere potrebbe partire nel giro di poche settimane. L'edilizia scolastica sarà al centro di importanti investimenti: pochi giorni fa è stato pubblicato il bando per la realizzazione del nuovo liceo Maffei (23 milioni di euro), che sorgerà sull'area ex 5 Maggio, oggi destinata a parcheggio a pagamento in attesa del via dei lavori (che tra l'altro dureranno quattro anni). A giorni si chiuderà la gara d'appalto - davvero "eterna", il bando risale a tre anni fa - per il polo scolastico del Rione Degasperi : anche qui un investimento di 8,2 milioni. Già pubblicato il bando per la palestra della scuola elementare di Varone (900mila euro), in questo caso finanziata direttamente dal Comune con gli avanzi di amministrazione liberati dal provvedimento "sblocca scuola" del governo Gentiloni. Obiettivo dell'amministrazione - ha precisato l'assessore Alessio Zanoni - è partire con i lavori entro la fine dell'inverno. A buon punto anche il bando per il nuovo palazzetto dello sport alla Baltera (opera da 10,7 milioni di euro), per il quale si sono presentate sette cordate. La fetta più consistente degli investimenti riguarda però il settore fieristico-congressuale. Nei giorni scorsi sono state aperte le buste per la realizzazione, da parte di Patrimonio del Trentino, del nuovo padiglione espositivo ovest , il padiglione G: sei le cordate che si sono presentate per realizzare un'opera da poco meno di 15 milioni di euro. Sarà invece a carico di Riva del Garda Fierecongressi (società pubblico-privata) la realizzazione del padiglione H , nell'area ex Sicom: un investimento da 40 milioni di euro che prenderà corpo nell'arco di poco tempo. Per quanto riguarda il nuovo centro congressuale , che comprende anche il teatro (opera da 28 milioni di euro), siamo prossimi all'apertura delle offerte, prevista per il 17 gennaio. Questo, dunque, il piano "monstre" per i prossimi anni. Al quale si potrebbe aggiungere anche il tratto trentino (nello specifico sul comune di Riva, 24 milioni di euro) della ciclovia del Garda, per la quale però non c'è ancora un bando. (g.f.p.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: CITTADELLA DELL'ACCOGLIENZA


Foto: PALACONGRESSI


Foto: POLO SCOLASTICO RIONE DEGASPERI


Foto: ASCENSORE DEL BASTIONE