scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
28/10/2020

Oltre un milione di euro ad attività per ripartire «E’ un primo passo»

QN - Il Resto del Carlino

DALLA REGIONE
Investimenti produttivi, la Regione Marche stanzia 1,3 milioni di euro per la ripartenza economica. «Dobbiamo già ragionare sulla ripartenza - dichiara in una nota l'assessore regionale alle Attività produttive, Mirco Carloni - Si avvicina una nuova fase difficile per le Marche e per il Paese. Oltre a garantire il ristoro alle attività danneggiate, la difesa della liquidità delle piccole imprese e i redditi dei lavoratori, dobbiamo agire subito per creare le basi per una nuova fase di crescita». Il bando per gli investimenti produttivi si rivolge a quelle imprese regionali o provenienti da fuori regione che presentano progetti industriali di rilancio produttivo. «Dobbiamo dare, sin da ora, un sostegno alle imprese che hanno piani di investimento e puntano sulla crescita e sul futuro, generando nuova occupazione - continua Carloni - Per questo è in uscita un bando che sosterrà piani di investimento per l'insediamento di nuove unità produttive, significativi ampliamenti o riattivazione di impianti produttivi in disuso». Il meccanismo, a partire dal 2 novembre, sarà a sportello (valutazioni secondo l'ordine cronologico di presentazione) e gli interventi che verranno proposti dovranno essere in stato avanzato di cantierabilità. La Regione chiederà un impegno occupazionale di 20 unità aggiuntive per la fine del progetto (ridotti a 10 nel caso di una elevata quota di laureati o di investimento rilevante ai fini dell'economia circolare). «Il bando vuole dare un segnale di fiducia al tessuto produttivo più dinamico, in grado di trainare l'economia regionale - conclude Carloni - Parte con una dotazione di 1,3 milioni di euro di risorse regionali, ma c'è la volontà di integrare queste risorse e dare seguito a questo intervento nei prossimi mesi». Confindustria Marche esprime soddisfazione per il bando in uscita, il presidente Schiavoni: «Un primo passo importante per favorire la ripresa economica post Covid-19».