scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/03/2021

Oltre mezzo milione per le micro-imprese del territorio

Il Tirreno - Luca Barbieri

Pubblicato il bando comunale con i codici Ateco interessati Contributo di mille euro, domanda entro il 31 marzo
Carrara. Oltre mezzo milione di euro alle micro-imprese carraresi in difficoltà a causa dell'emergenza Covid: per accedere al bando c'è tempo fino al 31 marzo.Dopo aver deliberato i dettagli in giunta nelle scorse settimane, palazzo civico spiega le modalità d'accesso al bando da 550mila euro (dalle casse comunali) pensato per «favorire la ripresa delle attività colpite dal Covid-19 e di garantire la tenuta del sistema produttivo cittadino».Un'erogazione a fondo perduto, "una tantum", «senza obbligo di rendicontazione», con tetto di mille euro lordi che potranno diventare 2 mila - al massimo - nel caso in cui il fondo non fosse esaurito. Dai bar e ristoranti alle palestre, passando per centri estetici, parrucchieri, agenzie di viaggio, negozi di vicinato, tra le altre categorie; quelle piccole imprese con un volume d'affari da non oltre 250 mila euro annui (nel 2019) e che hanno avuto, a causa della questione Covid-19, il fatturato dimezzato.Il periodo di riferimento è quello che va dal primo marzo dell'anno scorso fino alla fine del 2020 (per il 2019); nessun calo richiesto per le neo attività, quelle nate nel 2020, per le quali verranno considerati i mesi di operatività. «I soggetti in possesso dei requisiti specificati nel bando (consultabile nel sito web del Municipio, ndc) che sono interessati alla concessione del contributo devono far pervenire la propria richiesta entro il 31 marzo 2021. La domanda può essere inviata tramite pec al Comune di Carrara, Settore Attività Produttive, Cultura e Biblioteca, Servizi Educativi e Scolastici, al seguente indirizzo: comune.carrara@postecert.it»; ma anche tramite raccomandata a: "Comune di Carrara, Settore Attività Produttive, Cultura e Biblioteca, Servizi Educativi e Scolastici, Piazza 2 Giugno n. 1, 54033 Carrara (Ms)"; in questo caso il termine ultimo di presentazione della domanda è fissato alle 12, sempre del 31 marzo. Ed entro un mese dall'ok la somma verrà erogata. E in un comunica interviene il gruppo consigliare del Movimento 5 Stelle che «esprime la sua soddisfazione per questo ulteriore atto col quale l'amministrazione dimostra attenzione verso i cittadini e le attività che si trovano in sofferenza e hanno subito un grave danno economico durante la pandemia. Questa azione permette di dare sostegno a quelle attività che hanno subito una forte riduzione del fatturato e dei corrispettivi», rimarcano dal gruppo pentastellato.Ma ecco a chi è rivolto il bando, con l'elenco completo dei codici Ateco «prevalenti»: Empori e altri negozi non specializzati di vari prodotti non alimentari (47.19.90); commercio al dettaglio di prodotti tessili in esercizi specializzati (47.51); commercio al dettaglio di tappeti, scendiletto, e rivestimenti per pavimenti e pareti in esercizi specializzati (47.53); commercio al dettaglio di mobili, di articoli per l'illuminazione (47.59, esclusi però 47.59.5 e 47.59.30); commercio al dettaglio di registrazioni musicali e video in esercizi specializzati (47.63); commercio al dettaglio di articoli sportivi in esercizi specializzati (47.64); commercio al dettaglio di articoli di abbigliamento in esercizi specializzati (47.71, esclusi 47.71.2 e 47.71.3); commercio al dettaglio di calzature e articoli in pelle in esercizi specializzati (47.72); commercio al dettaglio di orologi e articoli di gioielleria e argenteria in esercizi specializzati (47.77). E ancora: commercio al dettaglio di oggetti altri prodotti, esclusi quelli di seconda mano in esercizi specializzati (47.78, esclusi 47.78.2, 47.78.4, 47.78.5, 47.78.6, 47.78.94); commercio al dettaglio di articoli di seconda mano in negozi (47.79, esclusi 47.79.4); trasporto con taxi, noleggio di autovetture con conducente (49.32); attività dei servizi di ristorazione ristoranti e mobile (56); attività fotografiche (74.2); Noleggio di videocassette, cd, dvd e dischi contenenti audiovisivi e videogame (77.22); attività dei servizi delle agenzie di viaggio, tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse attività delle agenzie di viaggio e dei tour operator (79); organizzazione di convegni e fiere (82.3); gestione di palestre (93.13); servizi di parrucchieri e di altri trattamenti estetici (96.02); organizzazione di feste e cerimonie (96.09.5); attività di tatuaggio e piercing (96.09.02).Luca Barbieri© RIPRODUZIONE RISERVATA