scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/02/2021

Oltre 300 famiglie in difficoltà Sannazzaro prova ad aiutarle

La Provincia Pavese - Paolo Calvi

Il Comune rilancia la distribuzione di nuovi buoni sociali per 14mila euro Anche la Caritas segue la situazione di nuclei in crisi sul territorio
L'aiutoMisure anticrisi per famiglie in difficoltà: si riaprono i termini del bando d'accesso ai buoni spesa per i nuclei familiari a seguito di licenziamenti e cassa integrazione per Covid. Dei 32mila euro resi disponibili dalla stato, dopo il primo bando, ne sono stati assegnati 18mila ripartiti tra 104 famiglie residenti a Sannazzaro che ne avevano fatto richiesta e che erano in possesso dei requisiti previsti. «Non ci fermiamo»La situazione critica di diversi nuclei familiari spinge l'amministrazione comunale a ripetere l'operazione di sostegno economico. Dice il sindaco Roberto Zucca: «Disponiamo di un avanzo di 14mila euro che, integrati ad altri fondi comunali, potranno soddisfare altre famiglie che hanno presentato le domande in ritardo e che non sono state beneficiate per altri motivi. Abbiamo fornito i termini per una seconda assegnazione di buoni-valore, tutti spendibili esclusivamente presso gli esercizi di Sannazzaro».Nella primavera scorsa, vennero "soddisfatte" con il primo bando sui buoni spesa 112 famiglie, numero quasi uguale a quello attuale. Ora ci sarò la possibilità per nuovi accessi con l'ammissione di altre famiglie, toccate dalla disoccupazione o dalla cassa integrazione, che non avevano presentato in tempo le domande nella scorsa primavera.Va inoltre tenuto conto che nel computo delle cosidette "nuove povertà" a Sannazzaro sono anche da considerare quelle prese in carico quindicinalmente, dalla Caritas Parrocchiale: 52 famiglie prevalentemente di Sannazzaro e poche altre delle parrocchie vicine di Pieve Albignola e Balossa Bigli. Intanto, sempre sul fronte della risposta alla crisi sociale ed economoca della zona. è andato a buon fine anche il bando del Distretto del Commercio per la disponibilità di 100mila euro di gettito regionale indirizzati a contribuire in parte alle spese di miglioramento e potenziamento delle realtà commerciali ed artigianali i di quattro Comuni appartenenti al distretto. Le adesioni al bando son state 27 in tutto (25 di esercizi di Sannazzaro e due di Zinasco); dei 100mila euro disponibili ne sono avanzati ben 43mila, tali da dover riaprire subito un secondo bando e soddisfare così anche altre attività che si stanno rinnovando o che prevedono di potenziarsi in futuro cercando di affrontare le difficoltà emerse durante questa lunga fase pandemica. --Paolo Calvi