scarica l'app
MENU
Chiudi
06/11/2020

«Oliveta, i disagi degli abitanti vanno ascoltati Il sindaco invece li ignora e dice cose non vere»

QN - La Nazione

SESTO Non ci sta il Comitato per la tutela del parco dell'Oliveta alla ricostruzione fatta dal sindaco Lorenzo Falchi nell'ultimo consiglio comunale sulla questione dei disagi lamentati da tempo dagli abitanti per gli schiamazzi notturni e la vicinanza dei giochi alle abitazioni. «Il nostro sindaco - scrivono - dice che l'area giochi è stata posizionata in quel punto perché è l'unico del parco dove ci sono alberi grandi che forniscono ombra ai giochi. Ma non è vero. Attualmente tutte le attrezzature sono al sole tranne due panchine e un'altalena piccola. Mentre ci sono tanti altri spazi con alberature e ombra che potrebbero accogliere l'area giochi, con una vivibilità migliore degli spazi verdi e più intensa socializzazione per noi cittadini». «Il disagio - proseguono i residenti - nasce esclusivamente dalla vicinanza eccessiva alle abitazioni che, se in alcuni giardini non è possibile evitare, in un parco di 5 ettari potrebbe essere facilmente evitato. Per di più col paradosso che nel difendere il diritto al gioco dei bambini si sacrifica quello di altri che, andando a letto tra le 21 e le 22, vengono ripetutamente svegliati dal baccano». Altro appunto mosso al sindaco «non avere trovato il tempo di confrontarsi coi cittadini, neanche quando richiesto espressamente dal giudice per individuare una soluzione». Perciò il comitato è dovuto ricorrere alle vie legali. Sandra Nistri Case popolari: bando per cambiare alloggio o per averne uno

SESTO Fino al 4 dicembre è possibile presentare le domande di mobilità per chi già risiede in un alloggio di edilizia pubblica e desidera cambiare quello assegnato. Il bando, la modulistica e le informazioni su http://bit.ly/mobilitaerp. Stessa scadenza per il bando di assegnazione nuovi alloggi. Le domande possono essere presentate solo online secondo le modalità riportate sul sito.