MENU
Chiudi
04/08/2018

Olimpiadi a Roma 2024 Milioni buttati Che sia di lezione per i Giochi del 2026

Il Fatto Quotidiano - LORENZO VENDEMIALE

LO DICO AL FATTO
VORREI SAPERE se c ' è un ' indagine in corso per conoscere che fineabbianofattoi20milioni dieurodinoicittadinicheMalagò, Montezemolo e compagnia affermano di avere speso perleOlimpiadiaRoma. Lihannospesi,ovviamente,ancora prima che l ' evento sportivo venisse assegnato e mi chiedo se si riuscirà mai a conoscere in che modo. O si insabbierà tutto, come sempre? FABRIZIO VIRGILI PER LE OLIMPIADI di Roma 2024 (o meglio, le Olimpiadi mancate di Roma 2024, visto che non le organizzeremo mai) tra il 2015 e il 2017 (arco di tempo in cui è rimasta in piedi la candidatura, e poi i mesi necessari a liquidare le attività del Comitato promotore) sono stati spesi esattamente 12,792 milioni di euro. In realtà il Coni non ha mai costituitoun Comitatoautonomo, soloun ' unità operativa all ' interno della società Coni servizi, e quindi non è disponibile un bilancioanalitico del progetto, ma alla cifra si può risalire ugualmente cercando fra le pieghe deivari bilanci delConi. Cosìsi scopre chedi questi 12 milioni e passa, solo uno viene da sponsor privati: il resto sono 2,5 milioni di contributi statali, e 9,1 di fondi Coni (quindi pure questi soldi pubblici). Altri 8 milioni erano stati stanziati dal governo per il 2017, ma il no di Virginia Raggi ha posto fine al progetto prima che venissero utilizzati. Come siano stati spesi lo abbiamo raccontato in varieinchieste su Il Fattoquotidiano: alcuni bandi e procedure aperte, assegnate con grande (troppa?) disinvoltura, muovendosi fra le maglie del vecchio e del nuovo codice degli appalti; affidamenti diretti in serie, spesso dall ' importo di 39.900 euro (o giù di lì), appena sotto la soglia di 40mila euro prevista dalla legge; e poi incarichi e consulenze da centinaia di migliaia di euro. Anche sulla scorta di questi articoli, l ' as sociazione Adusbef presieduta da Elio Lannutti, senatore del M5s, aveva presentato un esposto alla Corte dei Conti per cui è stato aperto un fascicolo per danno erariale, ma adoggi non risultano contestazionial Coni. Di tutto ciò non c ' è da stupirsi: organizzare le Olimpiadi costa molto, e anche solo sognare di ospitarle ha il suo prezzo. Specie se si fanno le cose in grande, come Malagò e Montezemolo per Roma 2024. Chissà che quella storia finita male, senza Giochi e con solo spese, non sia servita di lezione: adesso per le Olimpiadi invernali 2026 il Coni promette un progetto rigorosamente low-cost. Staremo a vedere cosa ne pensa il nuovo governo.

Foto: Storia finita male Malagò e Montezemolo Ansa

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore