scarica l'app
MENU
Chiudi
01/07/2019

Ok alla scrittura privata da registrare in caso d’uso

Il Sole 24 Ore

Appalti / A cura di Mario Maceroni / [1443]
Alla luce della vigente normativa in materia di contratti pubblici è possibile stipulare un contratto di appalto di lavori di importo pari a 90mila euro mediante scrittura privata, da registrarsi solo in caso d'uso ex articolo 32, comma 14, del Dlgs 50/2016 e successive modificazioni? G.C. - ISERNIA La norma, assai simile a quella del previgente Codice degli appalti (Dlgs /), esprime la volontà di dettare una normativa esaustiva e generale della materia (forma dei contratti), sostitutiva di qualsiasi altra disciplina vigente in relazione agli stessi contratti, e cioè quelli ai quali si riferiscono sia il già citato Dlgs / sia il successivo il Dlgs /. In tale prospettiva, ad esempio, la scrittura privata è una forma di stipula del contratto con la medesima dignità e sullo stesso piano dell'atto pubblico, in forma notarile o amministrativa, di cui rappresenta valida alternativa senza alcuna limitazione di contenuto e di procedura di affidamento. Poiché il dato testuale della norma si è prestato a interpretazioni non sempre univoche circa le modalità di stipula dei contratti, l'Anac, con la determinazione n. del febbraio formulata dall'allora Avcp ha ritenuto opportuno fornire alle stazioni appaltanti e agli operatori economici un ausilio interpretativo sull'applicazione delle nuove disposizioni, auspicando nel contempo un tempestivo chiarimento normativo. In estrema sintesi si evidenzia che: in tema di forme di stipula dei contratti di appalto, si applica ai soli contratti di appalto e non alle altre tipologie contrattuali; i contratti pubblici di appalto devono essere stipulati, a pena di nullità, in alternativa: - mediante atto pubblico notarile informatico; - in forma pubblica amministrativa, con modalità elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante, a cura dell'Ufficiale rogante dell'amministrazione aggiudicatrice; deve precisarsi che la "modalità elettronica" della forma pubblica amministrativa può essere assolta anche attraverso l'acquisizione digitale della sottoscrizione autografa, nel rispetto di quanto prescritto dall'articolo , comma , del Dlgs / («l'autenticazione della firma elettronica, anche mediante l'acquisizione digitale della sottoscrizione autografa, o di qualsiasi altro tipo di firma elettronica avanzata, consiste nell'attestazione, da parte del pubblico ufficiale, che la firma è stata apposta in sua presenza dal titolare»); - mediante scrittura privata; Per la scrittura privata, quindi, resta ammissibile la forma cartacea e le forme equipollenti ammesse dall'ordinamento. Un contratto di appalto di lavori di importo pari ad mila euro può essere stipulato in forma cartacea anche tramite posta elettronica certificata o strumenti analoghi negli altri Stati membri. In tale ottica, il relativo contratto può essere registrato in caso d'uso.