scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/07/2021

Offerte con tempi ridotti okay, ma purchè congrui

ItaliaOggi

Ancorchè siano stati dimezzati i termini, la stazione appaltante deve sempre rispettare il principio della congruità in ragione della natura dell'appalto. Lo ha affermato il Tar Sicilia Catania, sezione prima, con la pronuncia del 14 giugno 2021 n. 1930. La questione si poneva in relazione ad un bando di gara per procedura aperta emesso a dicembre 2020 rispetto al quale la stazione appaltante avrebbe potuto, ai sensi dell'art. 8, lett. c), del d.l. n. 76 del 2020 (decreto semplificazioni), fino al 31 dicembre 2020, anche senza dare conto delle ragioni d'urgenza, ridurre il termine da 30 a 15 giorni. Viceversa, era stato concesso un termine per la presentazione delle offerte di appena 8 giorni, dalla pubblicazione del bando, violando quindi il precetto normativo che gli imponeva il rispetto del temine minimo inderogabile, ciò che inficia l'intera procedura di gara. I giudici siciliani hanno evidenziato che il termine assegnato agli operatori economici per la presentazione delle offerte risultava addirittura inferiore a quello che, per ragioni di urgenza debitamente motivate, l'art. 60, comma 3, del codice appalti ammette (laddove i termini minimi stabiliti al comma 1 dello stesso articolo non possano essere rispettati), nonché a quello che, transitoriamente, contempla l'art. 8, comma 1, lett. c), del decreto legge 16 luglio 2020, n. 76 convertito, con modificazioni, dalla legge 11 settembre 2020, n. 120 (che esclude la necessità di dar conto delle ragioni di urgenza, che si considerano comunque sussistenti). Nell'accogliere il ricorso la sentenza ha ricordato anche che quando una stazione appaltante deve fissare i termini per la ricezione delle offerte e delle domande di partecipazione, deve tenere conto della complessità della prestazione oggetto del contratto e del tempo ordinariamente necessario per preparare le offerte («fatti salvi i termini minimi»). In altre parole, si legge nella sentenza, la stazione appaltante deve sempre operare secondo canoni di proporzionalità e il termine di scadenza per la presentazione delle proposte deve essere idoneo alla loro corretta e ponderata predisposizione.