scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
26/05/2021

Nuovo ponte, si apre la gara internazionale

QN - La Nazione

LUCCA Una data c'è, speriamo sia l'ultima prima dell'avvio del cantiere per il nuovo ponte sul Serchio: da venerdì 28 maggio il bando sarà ufficialmente aperto e le ditte potranno presentare la domanda per concorrere all'aggiudicazione dei lavori. La Provincia fa sapere di aver appena concluso gli atti amministrativi che preludono alla pubblicazione del bando di gara di appalto sulla Gazzetta Ufficiale fissata nella prima settimana di giugno 2021, anche se i termini di presentazione delle domande appunto decorreranno da venerdì 28 maggio, giorno di invio della documentazione al Guce (Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea) e della pubblicazione del bando su 'Start', la piattaforma regionale che consente di svolgere gare e fare affidamenti in modalità interamente telematica. Il bando della Provincia sarà aperto fino al 16 luglio, mentre l'apertura delle offerte è calendarizzata per il prossimo 19 luglio. Gli uffici dell'ente di Palazzo Ducale hanno ultimato la predisposizione di tutti gli atti amministrativi e contabili. Una gara di appalto di livello internazionale che seguirà l'aggiudicazione con il criterio dell'Offerta economicamente più vantaggiosa (Oepv): in sostanza chiedendo alle imprese interessate all'appalto pubblico di presentare una proposta tecnica che punti a migliorare le caratteristiche e il pregio dell'opera pubblica. "Dal punto di vista amministrativo e tecnico - dichiara il presidente Menesini - possiamo affermare che la parte più importante del lavoro della Provincia si è concluso con questi ultimi atti d'ufficio. Il bando di gara internazionale per la costruzione del nuovo ponte sarà pubblico venerdì prossimo. E la gara di appalto è una tappa fondamentale in vista del cantiere che apriremo entro la fine dell'anno. Il 2021 vedrà la posa della prima pietra. I ritardi, è inutile negarlo, ci sono stati, e al di là dell'emergenza da Covid, della necessità di rivedere non solo tutte le misure di sicurezza, è sopraggiunto l'aggiornamento dei costi con la revisione del quadro economico". In effetti il ponte, con l'ultimo rincaro, costerà 19.700.000 euro, oltre 2 milioni in più di quanto era previsto fino a gennaio scorso. L'opera sarà finanziata per 14 milioni e 450mila euro dal Ministero delle Infrastrutture, per 550mila euro dalla Regione, per 4milioni e 700.000 euro dalla Provincia mediante due mutui contratti con la Cassa depositi e prestiti. Il prossimo passo sarà la nomina dei membri della Commissione giudicatrice che dovrà vagliare le proposte delle ditte. Una speranza che si apre per i comitati dell'Oltreserchio, attivi testimoni di quanto la situazione della viabilità sia insostenibile. © RIPRODUZIONE RISERVATA