scarica l'app
MENU
Chiudi
11/01/2019

Nuovo Polichirurgico al Poma In primavera partono i lavori

Gazzetta di Mantova

Aggiudicata la gara d'appalto per la ristrutturazione del vecchio padiglione La particolarità: le nuove stanze di degenza attrezzate per diventare ambulatori l'ospedale che cambia
Un altro passo avanti verso la ristrutturazione del blocco C del Carlo Poma, meglio noto come il Polichirurgico dell'ospedale cittadino, lo storico e più datato padiglione che accoglie molti reparti di degenza realizzato secondo i principi dell'edilizia sanitaria degli anni Settanta.Il 14 dicembre è vertici dell'Asst hanno aggiudicato la gara d'appalto per l'assegnazione dei lavori, che secondo la tabella di marcia dovrebbero iniziare nella primavera del 2019 e durare circa 3 anni. L'impegno di spesa è di circa 11 milioni di euro.L'intervento contempla l'adeguamento e la riqualificazione strutturale e tecnologica dell'edificio a ridotto impatto ambientale e a prova di sisma.In sostanza si interverrà sugli aspetti edili e strutturali con miglioramento sismico, sugli impianti elettrici, speciali e meccanici (climatizzazione, idrici sanitari, scarico, idrici antincendio, gas medicinali) e per il superamento delle barriere architettoniche.L'obiettivo principale è di creare uno spazio più adeguato alle esigenze dei pazienti, dei loro accompagnatori e degli operatori sanitari, con un occhio particolare al miglioramento della vivibilità delle aree, del comfort acustico, attraverso la riduzione del rumore proveniente dai locali adiacenti, del benessere visivo (colore degli ambienti e arredi), dell'igienizzazione, della salubrità e della manutenibilità dei materiali impiegati.I lavori coinvolgono otto reparti reparti ospedalieri e i nuovi locali avranno una particolare peculiarità: la modularità e l'interscambiabilità del loro utilizzo.Le stanze di degenza saranno organizzate e attrezzate in modo da essere utilizzate in futuro anche come ambulatori specialistici senza bisogno i modifiche e gli studi medici potranno fungere anche da ambulatori e viceversa.L'intervento avverrà in cinque fasi, programmate ridurre al minimo le interferenze del cantiere con l'attività sanitaria. In via propedeutica alla partenza di ciascuna fase si procederà con il trasferimento di pazienti, arredi e attrezzature.Il blocco C si sviluppa su sette livelli: al piano interrato i locali tecnologici e gli spogliatoi; al piano terra le strutture Otorino-Laringoiatria, Maxillo Facciale e Oculistica; al primo piano la Procreazione Medicalmente Assistita, la Ginecologia e gli studi medici dell'Ortopedia; al secondo piano, provvisoriamente, la Patologia Neonatale e Neonatologia con gli ambulatori (il reparto è in attesa della ristrutturazione della sede definitiva), la degenza dell'Ostetricia, gli ambulatori degli Accertamenti Preoperatori; al terzo piano la Riabilitazione Cardiorespiratoria, ambulatori e day-hospital dell'Oculistica; al quarto piano la segreteria e gli ambulatori di Urologia, la degenza e gli ambulatori di Ortopedia, al quinto piano locali tecnologici e studi medici. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI