MENU
Chiudi
10/09/2018

Nuovo ospedale, si parte la Asl muove il primo passo

Il Messaggero

`Tecnica di finanziamento project financing per realizzare la struttura da 498 posti letto
STAZIONE APPALTANTE
La Asl ha messo in moto la procedura, complessa, per affidare la progettazione e la costruzione del nuovo ospedale da 498 posti letto attraverso il ricorso al project financing. La delibera, che porta la firma del dg dell'Azienda sanitaria Pasquale Flacco, recepisce tutti i passaggi che la proposta di progetto targata Maltauro, ovvero il raggruppamento di imprese formato da Icm spa e Abp Nocivelli spa, ha affrontato e superato nei mesi dopo essere approdata in Regione per l'esame di parte di un nutrito gruppo di lavoro.
OPERA FARAONICA
La Asl, che della faraonica opera resta la stazione appaltante (nonostante l'istruttoria si sia svolta in Regione) ha recepito le risultanze dell'istruttoria disposta dalla Giunta regionale con la delibera numero 277 del 25 maggio del 2017 e le disposizioni di un'altra delibera dell'esecutivo regionale, a 495 del 9 luglio scorso, nella quale la proposta di project viene dichiarata «coerente con le finalità di interesse pubblico» e fattibile. La delibera del manager Flacco inserisce la proposta stessa nella programmazione dei lavori pubblici per il triennio 2018-2020 «quale intervento da realizzare mediante l'iniziativa privata di partenariato pubblico privato» e incarica l'unità operativa complessa di riferimento di indire una conferenza dei servizi istruttoria per un esame contestuale degli interessi pubblici rappresentati dalle amministrazioni pubbliche coinvolte. Al direttore amministrativo l'incarico più delicato: coordinare la predisposizione delle procedure concorsuali finalizzate ad acquisire servizi di supporto legale, economico finanziario e tecnico professionale e affidare la concessione per la progettazione definitiva ed esecutiva, l'esecuzione dei lavori di costruzione, demolizione dell'ospedale clinicizzato SS Annunziata e la gestione di alcuni servizi non sanitari e commerciali.
TEMPI E INVESTIMENTI
Nella delibera non ci sono riferimenti né ai tempi né agli investimenti necessari per l'intera operazione anche se il nuovo ospedale dovrebbe costare 285 milioni di euro, somma soggetto in ogni caso a ribasso d'asta. Spiccano, invece, nella delibera, i 30 milioni stanziati dalla Regione: la Giunta, in particolare, nel provvedimento del 9 luglio scorso , stabilisce che quei 30 milioni siano in quota parte devoluti, per raggiungere la totale copertura e garanzia finanziaria del canone complessivo, ovvero del canone di disponibilità e del canone per la gestione dei servizi di facility management, (e non solo del canone di disponibilità) qualora le risorse del fondo sanitario regionale non fossero sufficienti. Ma nella delibera dell'Asl si specifica anche che la realizzazione dell'opera non comporterà esborsi prima del 54esimo mese dalla data di sottoscrizione della Convenzione: successivamente l'Asl pagherà un canone disponibilità pari a 10.611.000 euro dal 54esimo al 66esimo mese, che salirà a 12.200.000 euro dal mese 67 al termine della concessione. Negli stessi periodi il canone dei servizi di facility management sarà rispettivamente di 8.980.000 euro e di 9.580.000 euro. Una girandola di milioni per un'opera fortemente voluta dalla Giunta regionale e altrettanto osteggiata da Foza Italia e Movimento 5 stelle a colpi di esposti e denunce.
Alfredo D'Alessandro
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore