scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
23/06/2021

Nuovo Galliera, nessuna offerta

La Repubblica - Marco Lignana

Dopo il Consiglio di Stato un altro stop, l'asta va deserta. Toti convoca un vertice con l'ospedale
«Sicuramente l'esito è quello meno atteso, oltreché meno desiderato.
Ne prendiamo atto e vediamo di capire il da farsi, ma sicuramente andiamo avanti». Il direttore generale del Galliera Adriano Lagostena incassa, ma già annuncia che l'ennesima tegola sulla contestatissima costruzione del nuovo ospedale di Carignano non equivale a una resa.
● a pagina 7 «Sicuramente l'esito è quello meno atteso, oltreché ovviamente meno desiderato. Ne prendiamo atto e vediamo di capire il da farsi, ma sicuramente andiamo avanti». Il direttore generale del Galliera Adriano Lagostena incassa, ma già annuncia che l'ennesima tegola sulla contestatissima costruzione del nuovo ospedale di Carignano non equivale a una resa. Si va avanti, insomma, anche se alla scadenza del bando da 136,7 milioni di euro per la "progettazione esecutiva e realizzazione del Nuovo Ospedale Galliera, Variante 1, Primo Lotto", nessuna azienda si è presentata. Costringendo il presidente della Regione Giovanni Toti, che è anche assessore ligure alla Sanità, a convocare per la prossima settimana i vertici dell'ente ospedaliero presieduto da monsignor Tasca. Per Lagostena «può avere avuto un ruolo determinante l'innalzamento delle materie prime in questi ultimi mesi».
Insomma i possibili interessati al ruolo di "general contractor" per l'esecuzione dei lavori potrebbero non aver ritenuto conveniente imbarcarsi in questa avventura avendo a disposizione "solo" 136 milioni. Lagostena esclude, invece, che sul bando andato deserto possa aver avuto un ruolo la feroce battaglia dei comitati schierati contro la costruzione del nuovo ospedale.
forti anche delle ultime sentenze amministrative: «Qui si tratta di colossi abituati a ragionare in termini di costi e benefici, sono le leggi del mercato e il mercato ha dato la sua risposta. Siamo anche in un settore nel quale in questo determinato momento storico la domanda è superiore all'offerta», dice Lagostena. Ora cosa succederà? Prima di ragionare su qualsiasi aspetto economico, i vertici del Galliera cercheranno di capire se è possibile modificare il bando. Se c'è qualche elemento che possa aver tenuto alla larga le aziende. Si tratta comunque di un'asta che aveva raccolto discreto interesse fra gli addetti ai lavori, tanto che sui portali specializzati veniva citato come uno dei più cospicui bandi aperti in Italia.
La gara, Iva esclusa, prevedeva 2,2 milioni per il progetto esecutivo, 122,2 milioni per la realizzazione dell'opera, 11,25 milioni per la manutenzione quinquennale. La progettazione esecutiva doveva essere consegnata entro quattro mesi dalla stipula del contratto, mentre per la realizzazione dei lavori erano previsti massimo 1.755 giorni, ovvero poco meno di cinque anni, dalla validazione del progetto esecutivo. Per eventuali ritardi era prevista una penale giornaliera dell'uno per mille dell'importo fissato dal contratto.
Di certo la clamorosa notizia del bando deserto non può che essere accolta con favore dai comitati, in primis dall'associazione Italia Nostra che più di tutte si è spesa per portare avanti le proprie ragioni.
Proprio pochi giorni fa il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso dell'associazione, che si era opposto alla riforma del decreto di vincolo indiretto a tutela dell'area del Galliera e delle aree circostanti.
Per Italia Nostra «alla luce di questa sentenza ci aspettiamo uno stop delle procedure di gara, incautamente bandite su un progetto definitivo ancora sub iudice, per il nuovo ospedale da parte del Galliera e un nuovo provvedimento di maggior tutela da parte del Mibac». Per il Galliera, però, «tale sentenza in nessun modo inficia il percorso di realizzazione del Nuovo Galliera. Assolutamente inappropriato e, questo sì, gravemente incauto, sarebbe fermare il percorso della nuova struttura Ospedaliera, la cui realizzazione è fondamentale per fornire cure all'altezza dei tempi».

Foto: kIl progetto Il rendering di come dovrebbe diventare l'ospedale


Foto: jL'ospedale storico Il progetto del nuovo Galliera fatica a decollare