scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/03/2021

Nuovo Futuro conferma la gestione dei parcheggi per i prossimi sei anni

Il Tirreno - M.M. M.M.

il bando
CECINA. La cooperativa di servizi Nuovo Futuro conferma la gestione dei parcheggi a pagamento nel comune di Cecina, aggiudicandosi il bando per i prossimi sei anni in collaborazione con Siat srl, con la quale si è presentata in forma di Rti (raggruppamento temporaneo d'impresa). Fino al 30 aprile i parcheggi sono gratuiti, secondo le disposizioni del Comune in aiuto per il Covid.Hanno partecipato al bando altre quattro aziende: Saba Italia e Abaco spa; e altre due Rti: Tirrenica Mobilità Sc e Secoop impresa sociale Scs onlus, e Sis Segnaletica Industriale Stradale srl e Cpr scs. Il bando è stato gestito dalla Cuc, la centrale unica di committenza dei comuni della Bassa Val di Cecina, che ha sede al Comune di Rosignano. Il valore stimato della concessione, calcolato in base agli introiti dei parcheggi degli ultimi tre anni, è pari a 4.029.703,00, oltre all'Iva per un periodo di sei anni. Con una possibile proroga di sei mesi, che ammonta a circa 335mila euro. Il concessionario è tenuto a corrispondere una percentuale di aggio a favore del Comune da calcolare sugli introiti lordi derivanti dalla riscossione delle tariffe dei parcheggi, una percentuale a base di gara del 30% degli importi lordi riscossi, al netto dell'Iva. La Rti di Nuovo Futuro ha presentato una proposta di aggio intorno al 45%, che è stata determinante per l'aggiudicazione della gara.Le tariffe del parcheggio, sia a Cecina che a Marina durante l'estate, rimarranno invariate. Tranne la mezzora di cortesia che sarà completamente gratuita per i residenti (adesso costa 10 centesimi). Ai residenti nelle aree con parcheggi a pagamento e nella Ztl spettano due pass gratuiti per ogni nucleo familiare che non ha posti auto privati e un pass per chi ha il garage. Inoltre, all'ingresso delle aree di sosta a pagamento, dovranno essere installati dei cartelli luminosi per indicare se ci sono ancora posti liberi, in modo da evitare inutili giri di perlustrazione e inquinamento da gas di scarico. Circa 1266 gli stalli a pagamento, nel periodo estivo dal 15 giugno al 15 settembre. Dal punto di vista tecnico, la società vincitrice ha tempo sei mesi per adeguarsi alle richieste del Comune, vale a dire sostituire i parchimetri esistenti con strumenti di nuova generazione che consentano il pagamento con carte di credito e bancomat; installare la App di gestione che consente a tutti i gestori di App (come Telepass) di pagare tramite telefonino; rinnovare la segnaletica. --M.M.© RIPRODUZIONE RISERVATA