scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
26/02/2021

Nuovo contratto per l’energia il Comune vuole un super risparmio

Il Gazzettino

L'appalto è di 3milioni e 600mila euro consentirà di contenere parecchio i costi
CORDENONS
Un appalto, che comprende interventi di efficientamento energetico con un investimento di 3 milioni e 600mila euro, che supera i 16 milioni di euro. E' il progetto di finanza che riguarda il servizio di energia e gestione elettrica degli edifici, degli impianti e della rete di pubblica illuminazione del comune di Cordenons. All'interno sono compresi gli interventi di messa a norma e riqualificazione degli impianti. I tempi sono maturi per arrivare, quanto prima, all'avvio dei lavori.
IL COMUNE
Dal Municipio non si sbilanciano: i primi interventi, conclusa la fase delle verifiche, non dovrebbero tardare. La primavera potrebbe essere il periodo indicato per avviare il cantiere. Il raggruppamento tra AcegasApsAmga servizi energetici ed Hera Luce si è aggiudicato l'appalto che ha una durata di 15 anni. «Un'importante svolta green per il Comune - segnala l'assessore Giuseppe Netto - che così persegue uno dei più importanti obiettivi delineati dall'Agenda 2030 della Nazioni Unite, affrontando in maniera efficace il tema dell'efficienza energetica per garantire ai cittadini un futuro sostenibile». Entro un anno dalla firma del contratto saranno installati 3mila e 326 nuovi apparecchi d'illuminazione pubblica a led, sei impianti fotovoltaici e tre impianti di tipo solare termico su altrettanti edifici pubblici, messe a norma ed efficientate 13 centrali termiche con i relativi impianti. In tutti gli edifici saranno sostituiti i corpi illuminanti presenti con altrettanti a led. Tutti gli impianti saranno poi telecontrollati per garantire il massimo dell'efficienza e della sicurezza. Come detto il valore complessivo dell'appalto, che comprende interventi di efficientamento energetico con un investimento di 3 milioni e 600mila euro, supera i 16 milioni di euro.
MINORI CONSUMI
«Tutto questo - sostiene Netto - si traduce poi in minori consumi, nel caso dell'illuminazione pubblica si arriva ad un risparmio del 50 per cento dell'energia e conseguente minore impatto sull'ambiente. Anche grazie alla garanzia che il 100 per cento dell'energia elettrica fornita sarà derivata da fonti rinnovabili, eviteremo di immettere nell'atmosfera 260mila chilogrammi di anidride carbonica ogni anno, che equivale ad aver piantato in città più di 30mila alberi. Stiamo finalmente raccogliendo i frutti del lavoro serio di questi anni dell'amministrazione Delle Vedove. Questi interventi, insieme alla consegna alla cittadina di tutta una serie di infrastrutture ristrutturate, completate o in corso di lavori, sono il risultato di un impegno con uno sguardo proiettato verso il futuro». Il Comune potrà risparmiare 900mila euro in 15 anni, oltre al 12 per cento di energia per tutti e 19 gli edifici di sua proprietà, fra energia elettrica e termica, e più di 120mila chilowatt ora grazie alla riqualificazione degli oltre 350 punti luce presenti sul territorio. Il canone annuo proposto per la gestione dei servizi energetici sarà inferiore rispetto all'attuale spesa annua dell'amministrazione.
Alberto Comisso
© RIPRODUZIONE RISERVATA